Home Serie A #LBA20-21: Happy Casa Brindisi, la stella del Sud che continua a brillare
#LBA20-21: Happy Casa Brindisi, la stella del Sud che continua a brillare

#LBA20-21: Happy Casa Brindisi, la stella del Sud che continua a brillare

0

Tra conferme e volti nuovi, la Happy Casa Brindisi dà il via alla stagione 2020/2021. Dopo mesi di attesa a causa dello stop per l’emergenza Covid-19, il basket nella città pugliese torna a essere protagonista, confermando per il secondo anno di fila anche la partecipazione alla Fiba Basketball Champions League.

I tifosi biancazzurri hanno potuto assaporare un antipasto di gare nella Eurosport Supercoppa 2020, che Brindisi ha concluso al meglio portando a casa 4 vittorie su 6 incontri disputati e piazzandosi al secondo posto del girone D. “Un ciclo intenso di partite”, come l’ha definito lo stesso coach Frank Vitucci, oramai alla guida del suo quarto campionato con la società di Nando Marino.

 

Obiettivi stagionali

La squadra che fino alla scorsa stagione aveva incantato e ottenuto grandi risultati, è stata fermata a un passo dal traguardo: accedere ai playoff e puntare a qualcosa in più, dopo aver battuto formazioni d’alta classifica, non sarebbe stato infatti un miraggio. Eppure la Happy Casa aveva iniziato il campionato ponendosi l’obiettivo minimo della salvezza.

Come quest’anno, anche se la storia si è cominciata a scrivere con qualche differenza, a partire dal budget societario; il team addetto mira ad ampliare ed espandere la realtà brindisina costantemente, e in effetti l’ingresso di nuovi sponsor lo dimostra. Ciò probabilmente non è bastato a confermare l’intero vecchio roster, ma il nuovo ha già cominciato a mettere mattoni importanti, lavorando sempre più sullo spirito di squadra. La strada è in salita, lunga e tortuosa, ma chissà che non riservi sorprese.

 

Quintetto

In campo Vitucci affida la cabina di regia a Darius Thompson, playmaker “silenzioso” ma abile, veloce e con punti nelle mani, al suo secondo anno in maglia brindisina e nominato quest’anno vice capitano. Lo accompagna D’Angelo Harrison, shooting guard USA alla sua prima stagione in Italia ma con solide esperienze europee tra cui Turchia e Israele, che già durante la Supercoppa è parso il gran realizzatore che si conosce.

L’ala piccola è di 198 cm, di talento e personalità: James Bell ha un palmarès importante e soprattutto voglia di rimettersi in gioco nel Bel Paese, lo stesso che lo accolse appena terminati gli studi in America, a Villanova University. L’ala grande arriva invece dal Kentucky e porta il nome di Derek Willis, giocatore da buone doti perimetrali e una discreta mano dalla linea dei tre punti.

Chiude il cerchio il centro mancino USA Nick Perkins, classe 96, reduce da una stagione nella Japanese Basketball League, dopo essersi messo in mostra nella Summer League 2019 con i Los Angeles Lakers.

 

Panchina

A dar minuti e intensità sono a disposizione Alessandro Zanelli, giocatore cresciuto molto nei tre anni a Brindisi tanto da essere promosso a capitano della squadra; confermati anche Raphael Gaspardo, che si era ritagliato un ruolo importante già lo scorso anno e Riccardo Cattapan.

Completano la formazione ufficiale Ousman Krubally, atleta statunitense con passaporto gambiano, già approcciatosi in Legadue a Legnano e in serie A a Venezia e Pistoia, che lo consacra a “mister doppia doppia” in dieci partite giocate. Mattia James Udom, ala in forza alla Scaligera Verona nelle ultime tre stagioni, Riccardo Visconti, guardia di giovane età (classe ’98) ma audace e per nulla timoroso, descritto come uno dei nuovi interessanti prospetti nello scenario cestistico italiano e Alessandro Guido, diciottenne che negli ultimi anni ha partecipato quotidianamente agli allenamenti di Frank Vitucci.

 

Staff tecnico

Francesco Vitucci (allenatore)

Alberto Morea (1° assistente)

Mattia Consoli (2° assistente)

Marco Sist (preparatore atletico)

Piero Bianco (medico sociale)

Salvatore Caiulo (fisioterapista)