Home Serie A La capolista Virtus Bologna sbanca di forza il Taliercio sulle ali di Markovic, la Reyer cede 71-83

La capolista Virtus Bologna sbanca di forza il Taliercio sulle ali di Markovic, la Reyer cede 71-83

0

Per la 20ma giornata del campionato LBA Legabasket Serie A, la Segafredo Virtus Bologna sbanca il PalaTaliercio di Mestre, casa dei i campioni d’Italia dell’Umana Reyer Venezia per 71-83.

Con questa vittoria, e data anche la sconfitta di Sassari in casa contro Trento, le Vu Nere volano sul +4 in classifica sugli stessi isolani. La Virtus ha vinto d’autorità, grazie una regia strepitosa di Stefan Markovic che ha letteralmente dominato il palcoscenico del PalaTaliercio in un match di intensità, da playoff, con un arbitraggio che bisogna dire è stato protagonista in negativo da ambo le parti. Bianconeri che hanno praticamente condotto per tutti i 40′, dominando a rimbalzo e con un ottimo lavoro non solo di Gamble e Hunter, ma anche di Filippo Baldi Rossi. Venezia sostenuta da un ottimo Michael Bramos e Austin Daye ha retto finchè ha potuto, ma la Virtus con Stefan Markovic (+27 di plus minus, un’enormità) e un Milos Teodosic salito sempre più di colpi minuto dopo minuto, ha dato la spallata decisiva facendo toccare il massimo divario di +16 nell’ultimo quarto, toccato il +13 nel terzo periodo. Positivo anche Alessandro Pajola, unica stonata per Djordjevic è Frank Gaines, prova incolore e solo 6′ sul parquet. Venezia dal canto suo ha sofferto la difesa concreta di una squadra che non è prima per caso in campionato, è mancata la difesa di Julyan Stone, sono mancate molte cose che contro la Virtus Bologna paghi alla fin fine.

Cronaca del match

In un PalaTaliercio sold-out, sono le Vu Nere a partire forte grazie a Ricci e Gamble, Teodosic firma con i liberi il 9-14 dopo 6′. Venezia con Bramos e Chappell però rimonta e con un break di 10-2 chiuso dalla tripla di Filloy va in vantaggio per la prima volta sul 19-16 al 9′, time-out Djordjevic. Alessandro Pajola è completo ossigeno per la Segafredo, segna Daye ma è 21-21 dopo il primo quarto. Vince Hunter con sette punti consecutivi dà il +7 agli ospiti con Markovic che serve passaggi vincenti a lui e Weems, ma Daye e Bramos riducono il gap per Venezia, 31-34 al 16′, time-out Djordjevic. Se Gamble produce uno 0/2 ai liberi, ci pensano Baldi Rossi e Vince Hunter a portare le Vu Nere avanti nonostante un Michael Bramos in gran serata, la tripla di Markovic in precario equilibrio trovata allo scadere del tempo fa il resto dando alla Segafredo il 39-44.
Si ritorna in campo e Virtus che vola sul +9 grazie alle schiacciate di Gamble e Ricci con la Reyer incapace di attaccare la difesa ospite, 39-48 al 23′, time-out De Raffaele. La tripla di Stone e Bramos danno il -4 sul 46-50, ma la Virtus Bologna con un Markovic delizioso tra tripla, subito a rispondere, la bomba di Teodosic (che la segna al 7° tentativo) e il backdoor di Pajola, vola sul 48-61 al 28′, time-out De Raffaele. Venezia non si arrende, 7-0 di break per ritornare nel match con la tripla di Cerella dall’angolo e Vidmar, ma ancora Stefan Markovic porta la Segafredo sul 55-63 di fine terzo periodo. Ultimo quarto: Teodosic ridà ai bianconeri il +10 sul 57-67, Venezia con le triple di Bramos e Austin Daye riduce il gap per il -4 a 6’28” dalla fine, time-out Djordjevic. L’arbitraggio si rende protagonista del tecnico fischiato a Djordjevic e di chiamate perlomeno discutibili da ambo le parti; sta di fatto che la Virtus, fischi o no, domina con Teodosic salito in cattedra e con Gamble ad affondare il +14 bianconero sul 64-78 a 3’40” dalla fine, time-out Venezia. Un antisportivo chiamato a Austin Daye a 3’03” dal termine fa quasi mettere la parola fine al match, definita tale dal canestro di Teodosic. Finisce 71-83

MVP BasketItaly.it: Stefan Markovic.

Umana Reyer Venezia – Segafredo Virtus Bologna 71-83 (21-21; 39-44; 55-63)

Venezia: Casarin, Stone 3, Bramos 21, Daye 13, De Nicolao 7, Filloy 5, Vidmar 2, Chappell 7, Mazzola, Pellegrino ne, Cerella 3, Watt 10. Coach: Walter De Raffaele.

Virtus: Gaines, Deri ne, Pajola 6, Baldi Rossi 3, Markovic 12, Ricci 7, Cournooh ne, Hunter 17, Weems 9, Nikolic ne, Teodosic 16, Gamble 13. Coach: Aleksandar Djordjevic.

Arbitri: Manuel Mazzoni, Denny Borgioni e Guido Federico Di Francesco.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata