Il nostro countdown di Milano – Varese: dai rimbalzi di McLean agli 0 minuti di Galloway

molinaro, varese, lawal, milanoMilano fa suo il derby e guadagna la prima vittoria in campionato. Per Varese altra sconfitta, con l’attacco bloccato nel secondo tempo.

 

10 i giorni intensi vissuti da Milano, che si è trovato a giocare praticamente ogni due giorni. La squadra di Repesa è stata impegnata a giocare oltre oceano contro il Maccabi e poi contro i Celtics, prima di cominiciare il campionato giovedì contro Trento. Ora l’EA7 potrà tirare un po’ il fiato.

9 i punti di Hummel nell’ultimo quarto, il prodotto di Perdue si è sbloccato con una tripla a metà terzo quarto e non ha più smesso di segnare arrivando a risultare il top scorer del match con 17 punti.

8 i punti segnati da Varese nell’ultimo quarto, quando la Openjobmetis ha di fatto rinunciato a giocare. I segnali che arrivano dall’attacco sono preoccupanti, sopratutto dopo i 50 punti realizzati contro Caserta all’esordio.

7 alla cornice di pubblico del derby, nonostante la diretta Tv, un buon numero di spettatori era presente al Forum. Un po’ bassa la percentuale di tifosi di Varese, non molto entusiasti della squadra finora.

6 i rimbalzi offensivi di uno scatenato McLean, l’ex Alba Berlino ha dominato sotto il tabellone di Varese. La sua verticalità ed esplosività hanno pochi avversari in Italia, da rivedere in EL dove si alzerà l’asticella.

5 il numero di maglia scelto da Roko Ukic, il play croato si è dimostrato subito un ottimo innesto per Varese, capace di dare ritmo all’attacco con 6 assist e di segnare ben 12 punti all’esordio.

4 i minuti di Ferrero, che ha esordito nel massimo campionato di Serie A.

3 i punti di Cavaliero, l’ex guardia di Avellino non ha punto come al solito contro la sua ex-squadra. In questa partenza difficile della squadra di Varese servirà un contributo maggiore dall’esperto giocatore italiano.

2 su 2 le sconfitte di Varese, che deve darsi una svegliata se non vuole rimanere invischiata nella zona retrocessione. Moretti deve avere tempo di lavorare, anche se la partenza non è stata dellle migliori.

1 il canestro di Andrea Amato, che all’esordio in maglia Olimpia ha segnato il suo primo tiro, realizzando una tripla. Ci auguriamo che Repesa possa trovare lo spazio per il play ex-Casale.

0 i minuti per Galloway, ancora in una condizione deficitaria. La guardia USA sembra tra i principali candidati per un taglio se la società troverà a breve un sostituto.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *