Goss-Viggiano, la Reyer spezza Cantù che regge solo un tempo

Reyer - Sassari: Phil Goss

L’Umana Reyer Venezia batte l’Acqua Vitasnella Cantù 89-68 e mantiene il secondo posto in classifica aspettando il match tra Reggio Emilia e Sassari di stasera.
Match durato fino al 38-35 al 23′. Da lì in poi non c’è stata più storia per Cantù che ha mollato gli ormeggi di fronte a una Reyer che ha mostrato un’aggressività decisiva tra le due metà campo e in pochi minuti è volata sul +27 al 29′.
Per Cantù si salva a tratti il tanto atteso Metta World Peace, mentre i compagni sono risultati inermi per il resto del match, compresa la coppia di centri Williams-Shermadini. Per Venezia invece ritorna ai suoi livelli Phil Goss ma è stata tutta la squadra, con Viggiano a ergersi con 21 punti, a mettersi in buona luce, da citare anche la coppia Ress-Ortner e il solito tutto-fare Julyan Stone.
 
Cronaca in breve:
 
Avvio sul filo dell’equilibrio fino al 13-13 al 8′, l’ingresso di World Peace alza l’asticella per Cantù che chiude la prima frazione sul 17-21 trascinata anche da Jones, per la Reyer solida presenza di Ortner e Viggiano. Venezia fatica molto al tiro a inizio secondo quarto causa la buona difesa di Cantù che si poggia su World Peace in grande evidenza, Recalcati chiama time-out per spezzare l’inerzia tutta ospite, 17-23 al 14′. La Reyer reagisce con un parziale di 12-4 e ribalta la situazione con Stone e Dulkys sugli scudi complice anche un tecnico fischiato a Williams, stavolta è Sacripanti a chiamare minuto di sospensione sul 29-27 al 17′. I granata vanno sul massimo vantaggio del + 7 grazie alla coppia Goss-Ress prima del canestro di World Peace che chiude il primo tempo sul 34-29.
La ripresa si apre con una Reyer in ottimo ritmo tra le due metà campo trascinata da tutti i giocatori in campo, Cantù sbaglia troppo e un Sacripanti arrabbiatissimo chiama time-out al 24′ sul 46-35. Ma Cantù pare inerme, Venezia senza troppe difficoltà allunga e vola sul +27 (63-36 al 28′). Il terzo quarto si chiude sul 68-40, parziale 34-11, partita tutta in cassaforte per Venezia. 
L’ultimo quarto è semplicemente un lungo garbage time nonostante i punti di Gentile e World Peace all’inizio per solo il -24. Venezia grazie a due bombe di Ress ritorna sul +29 e chiude di fatto il match. Risultato finale 89-68 con tutto il pubblico del PalaTaliercio in piedi a tributare i propri beniamini.
 
MVP BasketItaly.it: ex-aequo a Jeff Viggiano e Phil Goss. Il primo è il miglior marcatore dell’incontro con 21 punti e 24 di valutazione, il secondo ritorna ai suoi tempi con una prestazione da 16 punti, 3 recuperi e 8 assist per 26 di valutazione.
 
Umana Reyer Venezia – Acqua Vitasnella Pallacanestro Cantù 89-68 (17-21; 34-29; 68-40)
 
Venezia: Stone 4, Peric 12, Goss 16, Jackson, Ambrosin, Ruzzier, Ress 14, Ortner 13, Nelson, Viggiano 21, Ceron, Dulkys 9. All. Recalcati.
 
Cantù: Johnson-Odom 9, Feldeine 3, Abass 7, Bloise n.e., Laganà n.e., Maspero n.e., Jones 10, Shermadini 9, Buva 6, Gentile 8, Williams 4, World Peace 12. All. Sacripanti.
 
Arbitri: Manuel Mazzoni, Mark Bartoli, Fabrizio Paglialunga
 
Note: TL: 10/13 Venezia, 10/16 Cantù; T2: 26/44 Venezia, 23/45 Cantù; T3 9/26 Venezia, 4/13 Cantù; Rimbalzi: 33 Venezia (Stone 9), 34 Cantù (Shermadini 7); Assist: 25 Venezia (Goss 8), 14 Cantù (Johnson-Odom 5).
 
BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *