Gentile e Melli da urlo, Diener pazzesco, la classe del Cincia e di Vito. Occhio alle minevaganti del nostro countdown!

Ultima giornata di regular season: preparate pizza e birra che iniziano i playoff. Ma gli ultimi 40minuti hanno regalato rivelazioni importanti in vista post-season: Gentile è grande assistman, Ress mostra il carattere di Siena che non basta per avere la meglio sulla Dinano si TD12 mentre la capolista Varese soffre Venezia che si minavagantizza. Che vuol dire? Scopritelo nel nostro esclusivo countdown!

10 gli assist di Alessandro Gentile che deve dare il meglio di sé per far si che l’Olimpia abbia la meglio su un Enel Basket Brindisi trascinata da un indemoniato Scottie Reynolds bello come non si era mai visto durante tutta la stagione. Tornando al figlio d’arte, Alessandro oltre ai dieci assist firma un referto da 27 di valutazione in 30 minuti con 18 punti. 18 sono i minuti di Nicolò Melli che mette segna ben 15 punti col 100% dal campo: occhio a quei due, potrebbero far rivedere anche le gerarchie azzurre di Pianigiani.

9 i rimbalzi di Drew Gordon che traumatizzato dalla vigorosa stoppata di Tomas Ress capisce che in Italia forse non si scherza e allora si mette a lavorare sodo sotto canestro anche se poi con un Travis Diener così Meo Sacchetti può mandare in campo chiunque: TD12 chiude con 33 punti in 33 minuti, 5 falli subiti, 7/10 da 2, 5/8 dalla lunga, 4/4 dalla linea della carità, 6 rimbalzi, 6 assist. Mvp di giornata per lui e se Sassari batte a domicilio i Campioni di Italia tutti i tifosi sardi possono continuare a sognare ad occhi aperti.

8 come i campionati consecutivi di LegaA che si appresta a disputare la Sutor Montegranaro che ha vissuto una stagione difficile sia sul campo sia fuori dove il General Manager Santoro ha fatto salti mortali per far quadrare conti e squadra affidandola alle mani sagge di Mr. Charlie Recalcati che fra i tanti meriti ha anche quello di aver voluto Christian Burns di certo uno dei giocatori più interessanti del campionato. Una salvezza che vale quanto un tricolore!

7 come i falli subiti e i tiri tentati sia da 2 che da 3 dall’ultimo arrivo a Cantù: Joe Ragland play/guardia classe ’89 esordisce in LegaA e mette a referto 16 punti tirando col 2/7 sia da due che da tre. Mano più precisa dalla lunetta (6/8) e 5 rimbalzi conquistati contro le giovani Vnere di Luca Bechi. Trinchieri spera che il suo rinforzo possa far la differenza nei playoff ma battere Sassari sembra un’impresa a dir poco ardua.

6 come il numeretto sulla griglia playoff che occupa la Trenkwalder Reggio Emilia che esce indenne anche dal PalaMaggiò battendo la fiera e orgogliosa JuveCaserta trascinata da Stevan Jevolac che firma un ultimo referto da 37 di valutzione grazie alla clamorosa doppia doppia 23+19. Percentuali pazzesche per l’ala/centro che chiude il campionato con un 4/7 da 2, 2/4 da tre e 9/10 ai liberi. Per Reggio invece brilla il ‘Cincia‘ che firma 19 punti e 6 assist per un 27 di valutazione complessiva.

5 su cinque ai liberi per Rok Stipcevic che nell’ultima sconfitta di Pesaro in casa contro Avellino mette a segno ben 31 punti con tirando con un 4/7 da due e un 6/9 dalla lunga. Zero assist ma poco importa perché è l’ultima e tocca fare l’occhiolino al tabellino. Tra le fila della Sidigas spicca la prestazione di Nikola Dragovic che appiccica sulla sua bacheca la quarta doppia doppia personale: stavolta per lui 18 punti e 16 rimbalzi per un 24 di valutazione complessiva.

4 la valutazione di lega di Adrian Banks uomo chiave per la Cimberio Varese che toppa la trasferta in laguna che tanto sapeva di prove generali. Coach Vitucci e tutti i tifosi di Varese si aspettano tanto dalla guardia numero 6 che già Venerdì alle ore 20:30 avrà maniera di rifarsi proprio contro la Reyer nella prima partita della serie al meglio di 7. Il gioco si fa duro, vediamo quali sono i duri che inizieranno a giocare…

3 su 3 dalla lunga distanza per il lungo ungherese Peter Lorant dell’Acea Roma che invece fa tre su nove da due e 0/2 ai liberi. Firma la sua prima doppia doppia stagionale nell’ultima di regular season grazie agli 11 rimbalzi conquistati per un 21 di valutazione complessiva. Roma affronterà Reggio nel primo turno dei playoff e sarà una serie dall’esito incerto ma molto spettacolare.

2 sconfitte su due per la capolista Cimberio Varese contro la Reyer Venezia che dopo aver espugnato Varese batte per 76-71 la Cimberio, mette pressione psicologica agli uomini di Frank Vitucci e fa esplodere il Taliercio. Mattatore dell’incontro Kee Kee! Chi? Kee Kee! Chi? Clark… il play della Reyer! Per lui 26 minuti in campo, 25 punti con 8/10 da due, 2/4 dalla lunga e 3/3 ai liberi. 33 di valutazione perché cattura anche 7 rimbalzi… ma chi? Kee Kee… chiedi a Mike Green. I tifosi lagunari si trasformano in mine vaganti e su twitter lanciano l’hashtag #minavagantizziamoci.

1 canestro dal campo per Luca Vitali che fa la magia e SIM SALA BIM realizza 18 punti. Dove sta il trucco? 9 falli subiti e mano infallibile dalla lunetta: 16/17! 29 di valutazione complessiva grazie a 3 assist, 3 recuperate e 4 rimbalzi. ‘Vito’ mette così il fiocco ad una stagione da ricordare chiusa a 13.3 per allacciata di scarpe, 17.1 di valutazione, 4.3 assist, il 50% da due, il 45.2% da 3 e l’86.4% dalla lunetta. In barba a tutti quelli che ad inizio stagione non ci avrebbero mai creduto.

0 le vittorie esterne dell’Enel Basket Brindisi nell’orrendo girone di ritorno: a salvezza ottenuta gli uomini chiave di Bucchi mettono da parte il loro talento, bisticciano fra loro e mandano in frantumi i sogni di gloria della calda tifoseria inanellando una serie infinita di brutte prestazioni e sconfitte. Solo 3 vittorie (casalinghe) nel ritorno proprio come Biella: nessuno ha fatto di peggio.

Antonio Magrì
© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *