fbpx
Home Serie A Austin Daye conduce la Reyer Venezia alla vittoria su Trieste
Austin Daye conduce la Reyer Venezia alla vittoria su Trieste

Austin Daye conduce la Reyer Venezia alla vittoria su Trieste

0

Per il recupero dell’ottava giornata di campionato LBA Serie A UnipolSai, il derby del Nord-Est al Palasport Taliercio di Mestre tra Umana Reyer Venezia e Allianz Pallacanestro Trieste viene vinto dalla Reyer per 81-66, decisivo Austin Daye.

E’ servito un time-out di predica e rabbia di coach Walter De Raffaele nel terzo quarto dopo un 0-9 subito sul 49-48 al 23′. Di tutta risposta, è arrivato un break incredibile di 21-2 guidato da 13 punti di un devastante Austin Daye  (10 punti consecutivi del prodotto di Gonzaga University) ha condotto la vittoria per la Reyer. A nulla è valso il tentativo di rientro della Pallacanestro Trieste nel quarto finale.

Come analizzava coach Eugenio Dalmasson nel prepartita si affrontavano due squadre convalescenti reduci da difficili periodi di Coronavirus. Trieste ha pagato dazio nelle palle perse (19), sottotono molti giocatori, da Alviti, Henry, Udanoh, Doyle, che hanno prodotto solo che fiammate. Unico in doppia cifra è stato Juan Fernandez con 12 punti.

Per Venezia invece una vittoria che continua il percorso di ritrovo nell’alta classifica. Oltre a Daye, in doppia cifra anche Bramos, Chappell e Watt. Da sottolineare le prove difensive di Stone e Vidmar.

Cronaca del match

Inizio in sordina dell’Umana Reyer che conduce la partita grazie alle triple di Bramos e le assistenze di Tonut. Per Trieste risponde Fernandez e un antisportivo di Austin Daye, mandano un po’ in confusione la Reyer, è 13-11 all’8′. Vidmar in post alto si rivela ottimo passatore, ne beneficia Jeremy Chappell che con la tripla mette il 20-16 con cui si chiude il primo quarto.

Secondo periodo, Venezia con ottima difesa produce il +9 sulla tripla di Luca Campogrande, 25-16 al 12′. Ma i giuliani non demordono, guidati dal Lobito Fernandez che riporta l’Allianz sotto di 1 con due triple consecutive, Watt in post piazza il +3 veneziano, è 27-24 al 14′. Tonut si prende le redini offensive della Reyer, mentre per gli ospiti sono Delia e Alviti a dare fastidio alla retroguardia reyerina mentre Fernandez piazza il primo vantaggio biancorosso sul 35-36 al 18′. Finale di tempo tutto a favore della Reyer che con Bramos e Stone, questi autore di un buzzer-beater a fil di sirena del 20′, mandano la Reyer avanti sul riposo per il 45-39.

Si rientra in campo e dopo un momentaneo massimo vantaggio Reyer con Watt a dare la doppia cifra di margine sul 49-39 al 21′, l’Allianz con uno 0-9 di break si riporta sotto con Henry sugli scudi, 49-48 al 24′, time-out di coach De Raffaele. Il time-out di De Raffaele scuote la Reyer: tripla di De Nicolao, ma soprattutto un Austin Daye on-fire manda la Reyer sul +12 con 10 punti consecutivi causa anche Fernandez che si fa fischiare antisportivo, 62-48 al 27′, time-out Dalmasson. La formazione alabardata va in rottura prolungata con aumento di palle perse. Daye e Chappell, oltre a Gapi Vidmar ottimo sulle linee di passaggio, mandano il +20 di fine terzo quarto con il canestro da sotto dello sloveno. 70-50 dopo 30′ di match.

Ultimo quarto: Trieste prova a ridurre il gap con Milton Doyle e Ike Udanoh, ma la Reyer tiene a bada gli avversari con le triple di Daye e De Nicolao, è 76-59 a 4’35” dal termine. Davide Alviti perde sangue dal sopracciglio sinistro ed è costretto a uscire. La tripla di De Nicolao e il canestro di Chappell chiudono il match, è garbage time. Finisce 81-66.