Romeo Sacchetti sul sorteggio: “Non possiamo lamentarci. Ora vincere e passare il turno”

Il sorteggio che si è tenuto questa mattina a Shenzhen (Cina) ha stabilito quali saranno le avversarie dell’Italia alla prossima FIBA World Cup 2019 (31 agosto-15 settembre).

Gli Azzurri giocheranno a Foshan nel girone D contro Serbia, Filippine e Angola, in caso di qualificazione alla seconda fase (passano il turno le prime due) l’incrocio sarà col girone C di Spagna, Iran, Porto Rico e Tunisia. L’esordio per la squadra di Meo Sacchetti avverrà il 31 agosto con le Filippine, il 2 settembre sfidiamo l’Angola e il 4 la Serbia.

Il commento del CT sul sorteggio: “Non possiamo lamentarci. Ci sono gironi difficili e altri meno. La Serbia era la squadra più titolata del lotto ma abbiamo evitato il Canada. Ora dobbiamo vincere e passare il turno. Poi si vedrà”.

Così il presidente Giovanni Petrucci. “Non sottovalutiamo nessuno, la Serbia è fortissima ma credo che anche loro non saranno felici di incontrarci. Siamo l’Italia e non possiamo temere alcun avversario”.

Quella che si disputerà in Cina dal 31 agosto al 15 settembre sarà la 18esima edizione del Campionato del Mondo FIBA. Il torneo, per la prima volta a 32 squadre, non si giocherà nello stesso anno del Mondiale di calcio come invece accaduto dal 1967 in poi.
Al sorteggio, per la Fip, ha presenziato il Segretario Generale Maurizio Bertea.

Il calendario degli Azzurri

31 agosto
Italia-Filippine
Angola-Serbia

2 settembre
Italia-Angola
Serbia-Filippine

4 settembre
Italia-Serbia
Angola-Filippine

Tutti i Gironi

Girone A (Pechino)
Costa d’Avorio, Polonia, Venezuela, Cina

Girone B (Wuhan)
Russia, Argentina, Corea del Sud, Nigeria

Girone C (Guangzhou)
Spagna, Iran, Porto Rico, Tunisia

Girone D (Foshan)
Angola, Filippine, ITALIA, Serbia

Girone E (Shanghai)
Turchia, Repubblica Ceca, USA, Giappone

Girone F (Nanchino)
Grecia, Nuova Zelanda, Brasile, Montenegro

Girone G (Shenzhen)
Repubblica Dominicana, Francia, Germania, Giordania

Girone H (Dongguan)
Canada, Senegal, Lituania, Australia

FIBA World Cup 2019. Il format
La competizione, ospitata in 8 città differenti (Pechino, Nanchino, Shanghai, Wuhan, Dongguan, Foshan, Guangzhou e Shenzhen), verrà giocata in tre fasi. Nella prima (31 agosto/5 settembre), le squadre verranno divise in 8 gironi da 4 formazioni ciascuno (gruppi A-H) con formula all’italiana. Le prime due classificate di ogni gruppo avanzeranno alla seconda fase (6/9 settembre), nella quale verranno composti 4 gruppi da 4 squadre ciascuno (gruppi I-L). Anche in questo caso, formula all’italiana. Le prime due squadre dei raggruppamenti accederanno alla fase a eliminazione diretta (Quarti 10/11 settembre, Semifinali 13 settembre, Finali 15 settembre). Le squadre non qualificate giocheranno per i posti dal 5° all’8° con gare a eliminazione diretta (dal 13 al 15 settembre).

Le squadre che non supereranno la prima fase, ovvero le terze e quarte classificate dei gironi della prima fase, giocheranno il Classification Round (17°-32° posto, dal 6 al 9 settembre) divise in 4 gironi da 4 squadre ciascuno, con formula all’italiana (gruppi M-P). In ogni caso, tutte le squadre porteranno alla seconda fase i punti ottenuti nella prima.

La finalissima si giocherà a Pechino il 15 settembre.
In totale verranno disputate 92 partite in 16 giorni. Per Repubblica Ceca e Montenegro si tratta della prima partecipazione di sempre a un Mondiale.

Giochi Olimpici e Tornei Pre Olimpici
All’Olimpiade di Tokyo del prossimo anno parteciperanno 12 squadre.
L’unica ad essere già certa della presenza è il Giappone, Paese ospitante. Dalla FIBA World Cup 2019 accederanno direttamente, classifica finale alla mano, le prime due della zona Europa, le prime due della zona Americhe, la prima della zona Oceania, la prima della zona Africa e la prima della zona Asia.
Le altre 16 squadre meglio classificate del Mondiale, dopo quelle ammesse di diritto ai Giochi, disputeranno 4 tornei Pre Olimpici nell’estate del 2020. Alle 16 formazioni provenienti dal Mondiale, si uniranno 2 squadre (wild card) per ogni zona FIBA (Europa, Americhe, Africa, Asia/Oceania) per comporre 4 gironi da 6 squadre ciascuno (formula all’italiana). A Tokyo andranno solo le prime 4 classificate di ogni raggruppamento.

I precedenti dell’Italia con le avversarie del girone

Serbia
9 partite giocate (2 vinte/7 perse)
Nessuna partita giocata nelle fasi finali di un Campionato del Mondo
La prima: Qualificazione Europeo, 20 agosto 2008 (Cagliari), Italia-Serbia 64-78
L’ultima: Campionato Europeo, 13 settembre 2017 (Istanbul, Turchia), Italia-Serbia 67-83
La vittoria più larga: Giochi Mediterraneo, 1 luglio 2009 (Roseto degli Abruzzi), Italia-Serbia 75-64 (+11)
La sconfitta più pesante: Qual. Europeo, 6 settembre 2008 (Belgrado, Serbia), Italia-Serbia 52-72 (-20)

Filippine
8 partite giocate (7 vinte/1 persa)
1 partita giocata nelle fasi finali di un Campionato del Mondo (1 vinta)
VIII Campionato del Mondo, 10 ottobre 1978 (Manila), Filippine-Italia 75-112
La prima: Giochi Olimpici, 13 agosto 1936 (Berlino, Germania), Italia-Filippine 14-32
L’ultima: Amichevole, 25 giugno 2016 (Bologna), Italia-Filippine 106-70
La vittoria più larga: Amichevole, 2 giugno 2002 (Milano), Italia-Filippine 99-56 (+43)
La sconfitta più pesante: Giochi Olimpici, 13 agosto 1936 (Berlino, Germania), Italia-Filippine 14-32 (-18)

Angola
4 partite giocate (4 vinte)
1 partita giocata nelle fasi finali del Campionato Mondiale (1 vinta)
La prima: XI Campionato Mondiale, 13 agosto 1990 (Salta), Angola-Italia 78-86
L’ultima: Amichevole, 7 agosto 2004 (Reggio Calabria), Italia-Angola 86-65
La vittoria più larga: Amichevole, 12 agosto 2000 (Bormio), Angola-Italia 36-82

Ufficio Stampa Fip