La Virtus Bologna affonda il Bamberg 67-50 e va in finale di Champions League.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che praticano sport e campo da basket

Foto da pagina Facebook Virtus Segafredo Bologna

Non c’è che dire, la Virtus della versione europea è molto diversa da quella del campionato. Con grandissima solidità mentale e con una difesa letteralmente asfissiante sugli avversari forse sulla carta più quotati, i bianconeri hanno letteralmente dominato il Brose Bamberg per 67-50 e si sono guadagnati con pieno merito il biglietto per la finale della Basketball Champions League.
Mvp Kevin Punter, letteralmente un tifone estivo con 21 punti. Ma, compreso un buonissimo Mario Chalmers, tutta la squadra virtussina ha letteralmente fatto vedere il suo meglio della stagione con una concentrazione straordinaria. Controllo, scelta dei tiri, e ripetiamo, una difesa che ha letteralmente sbranato la compagine allenata da Federico Perego. Con Tyrese Rice limitato a 6/20 dal campo e 1/11 dall’area,  i tedeschi hanno tirato 17/66!!! e perso 16 palloni.

La Virtus aspetterà chi tra Tenerife e Anversa affronterà domenica alle 18 per un titolo europeo dopo ben 10 anni.

La Cronaca
Si capisce subito che la Segafredo ha l’inerzia tutta dalla sua parte con un ispirato Kevin Punter per il 10-4. Bamberg rosicchia qualcosa per il 12-11 al 6′, ma guidati da un ottimo Kravic, Vu Nere che scappano con 10-0 di break per il 22-11 dopo il primo quarto. Virtus che tira 7/14 contro il 4/17 del Brose.
Bryce Taylor e Hickman danno il -8, Bamberg che prova anche la zona, ma Baldi Rossi e Aradori rispondono portando i bianconeri sul 29-15 dopo un quarto d’ora di gioco, time-out Federico Perego. Si accende Tyrese Rice con due triple di fila, poi viene sanzionata un antisportivo ad Aradori, è 33-25 al 17′, time-out Djordjevic, Risorge la Virtus con un canestro da magata assoluta di Mario Chalmers e Baldi Rossi, Punter mette la tripla dell’incredibile +17 bianconero, ma un 2+1 di Rubit chiude il primo tempo sul 42-28 per Bologna. 12 di Punter e 8 di Kravic, dall’altra parte 13 di Rice.
Seconda parte di match e le triple di M’Baye e Punter fanno volare sull’entusiasmo le Vu Nere sul +20, 48-28. La Virtus non segna per oltre 4′, ma poco importa perchè gli avversari segnano solo 5 punti con una difficoltà incredibile. E allora Chalmers e Aradori danno un nuovo +20 bianconero sul 53-33 al 28′ e Federico Perego può solo incavolarsi con i suoi giocatori urlandogli di tutto per svegliarli. Bamberg che prova limare il gap, ma è solo 53-39 dopo 30′.
Ultimo quarto, Moreira ma soprattutto uno scatenato e clamoroso Kevin Punter fanno volare la Virtus con un 10-0 di break sul +23 a 6’42” dal termine, è 63-39. La partita è praticamente finita qui, Bamberg non si avvicina nemmeno lontanamente e i bianconeri possono gestire con tutta serenità sotto i cori dei 500 virtussini accorsi ad Anversa.

Finisce 67-50, la Virtus Bologna è in finale.

Segafredo Virtus Bologna – Brose Bamberg 67-50 (22-11; 42-28; 53-39)