ULTIMO QUARTO DA CECCHINI MILANO SBANCA IL PIREO

Non succedeva dal 2014. Non succedeva che Milano strappasse una vittoria al Pireo. Olympiacos ko fra le mura di casa 75-99, un’Olimpia in crescita nel corso dei 40 minuti tanto da sfiorare la terza cifra sul tabellone.

Dopo il ko contro il Real Madrid e la consapevolezza che un po’ di stanchezza si sarebbe potuta far sentire, gli uomini di Simone Pianigiani hanno rialzato la testa nel migliore dei modi mettendo il punto esclamativo su un test estremamente importante. Dopo un primo tempo fatto di botta e risposta in totale equilibrio, la fiammata dei padroni di casa è durata giusto un 7-2 di parziale alla ripresa, poi il buio. Stacco nel terzo quarto per Milano e un quarto quarto da 26 punti, contro i soli 12 dei greci.

Un James che ha abituato bene il pubblico, 22 punti per lui, un Micov altrettanto garanzia con 19 punti (13 solo nel primo tempo) e un Nedovic che, apparso un po’ appannato nei primi venti minuti ha fatto faville non appena ha rimesso piede in campo (19 punti). Tre leader, tre trascinatori, con gli altri a fare da buona cornice ma senza essere determinanti.

Quattro i greci in doppia cifra: Milutinov, Vezenkov, Printezis e Mantzaris. Spanoulis fermo a tre punti.