Home Coppe Europee EuroLeague Turkish Airlines Euroleague: Zenit sempre più giù; altra vittoria interna del Barça

Turkish Airlines Euroleague: Zenit sempre più giù; altra vittoria interna del Barça

0

Nelle altre partite della serata di Turkish Airlines Euroleague, ennesimo crollo dello Zenit San Pietroburgo, che cade in casa contro la Stella Rossa Belgrado e non si schioda dal fondo della classifica. Vince ancora il Barcellona, che regola in casa l’Olimpiacos.

ZENIT SAN PIETROBURGO-STELLA ROSSA BELGRADO 58-65

Lo Zenit continua a faticare e, con la sconfitta odierna rimane relegato al fondo della classifica. Importante successo per la Stella Rossa Belgrado, che invece vede l’obiettivo Playoff tutt’altro che irraggiungibile. Partita equilibrata per larghi tratti del match e soprattutto nella prima frazione. Gli ospiti, guidati dalla coppia Brown (18pti)-Baron (26) si mettono avanti da subito ma senza mai riuscire a staccare gli avversari che addirittura, con un parziale di 13-0 nei primi 4 minuti del secondo periodo ribaltano il risultato portandosi sul +9 e rimanendo avanti fino all’intervallo lungo. Nel terzo quarto i serbi si riportano avanti, anche se lo Zenit non demorde e rimane a pochi possessi di distacco per tutto l’ultimo parziale. La tripla di Billy Baron a 18 secondi dal termine chiude la contesa e permette alla Stella Rossa di credere ancora nell’ottavo posto.

 

BARCELLONA-OLIMPIACOS PIRAEUS 90-80

Il Barcellona si conferma una delle candidate alla final four, battendo un buon Olimpiacos e tenendo il passo di Efes e Real Madrid. Per i greci una sconfitta che allontana i playoff. Già in avvio, i catalani provano ad imporre la legge del più forte portandosi sul +10 dopo 7 minuti grazie ad un ispirato Nikola Mirotic, cui basta un quarto per arrivare a 9 pti e 7 rimbalzi. Nel secondo parziale gli ospiti si rianimano ed in 6 minuti arrivano addirittura al sorpasso portandosi sul +5. Il Barça non si scompone e si rimette davanti, in una sfida che comunque arriva all’intervallo lungo con una differenza di un solo punto. Il terzo quarto parte equilibrato ma ben presto i padroni di casa riescono a far loro il match, portandosi fino al +12 all’alba dell’ultimo parziale; che gli spagnoli gestiscono con autorevolezza; facendo sì che i blaugrana si aggiungano al duo di testa.