fbpx

La squadra non risponde più. Milano sconfitta in Turchia, adesso Scariolo trema

L’EA7 Milano non si rialza e dopo la sconfitta con l’Olympiacos della settimana scorsa e con l’Umana Venezia in campionato cade anche questa sera in casa dell’Anadolu Efes Istanbul con il punteggio di 77-71, perdendo così anche il +5 conquistato nella gara d’andata. Era la sera del riscatto per l’Olimpia Milano, era l’occasione perché coach Sergio Scariolo e Omar Cook scacciassero via le critiche che li vogliono responsabili di quello che sta trasformando la possibile stagione di trionfi in tutt’altro. Occasione sprecata in malo modo. Milano parte molle, appare svogliata e le 5 palle perse d’avvio presagiscono l’ennesima disfatta poi il giovane Alessandro Gentile entra e con una bomba dall’angolo scuote i suoi alla rimonta. L’Olimpia si piazza anche al comando della gara ma non appena gli avversari si ricordano di giocare cala nuovamente il buio. Non si scrive questo perché la partita è andata in disfatta per Milano perché se la squadra di questa sera avesse trovato la vittoria sarebbe stato soprattutto per demeriti degli avversari. L’EA7 non gioca di squadra, diciamo proprio che non gioca. Un possesso palla sterile che troppo spesso si conclude con l’intercettata degli avversari, e conseguente contropiede, o con 1vs1 improvvisati e che si aggrappano al talento, indiscutibile, di Langford e compagni. Un 6/26 non può essere solo frutto della serata storia di Fotsis (1/7) ma è una sconfitta per chi dovrebbe essere il giocatore in grado di innescare giocatori che hanno costruito carriere grazie al tiro dalla lunga distanza. Altra clamorosa bocciatura quella di Hendrix. La sua era un’occasione d’oro considerata l’assenza di Bourousis e dopo un primo quarto piuttosto incoraggiante da 8 punti (tali sono rimasti per tutta la gara) si è spento clamorosamente mettendo addirittura la sua squadra in grossissima difficoltà a causa dell’eccessiva celerità con la quale ha commesso i suoi falli. Milano non trova dunque la risposta per la vittoria del Cedevita sullo Zalgiris e si trova risucchiata da questa nel girone C. E’ ora che in casa Milanese si cambi qualcosa perché su questa strada non si va da nessuna parte.

Cronaca
Brutta partenza dell’EA7 Milano che appare svogliata e si lascia travolgere dall’Efes Istanbul. Erden, Lucas e Farmar spingono i padroni di casa sul 10-2 al 3’. Coach Scariolo manda in campo il giovane Gentile che va a segno da tre punti ma poi lascia subito il campo da gioco per una botta alla caviglia già dolorante. Poco male perché il suo canestro ha scosso i meneghini che con grande coraggio e con un Hendrix in palla risalgono fino al -2 alla fine del primo periodo (20-18). Nel secondo quarto l’attacco dei padroni di casa si inceppa – solo 6 punti messi a referto in 10’ – e Milano dalla panchina trova i canestri del sorpasso. Stipcevic piazza una gran tripla dal palleggio e Basile segna in contropiede il canestro del 20-23 al 12’. Erden ne fa di tutti i colori, in attacco e in difesa, e l’EA7, che nel frattempo trova le triple di Melli e di Fotsis, vola sul 27-36 all’intervallo lungo. L’Olimpia torna sul parquet così come lo aveva lasciato ma questa volta deve vedersela con la vera Efes Istanbul di Vujacic. Le cose per Milano si complicano ulteriormente quando Hendrix commette il suo quarto fallo al 22’. Vujacic è una chimera per la difesa italiana ma è con i canestri di Erden e Gonlum che l’Efes ritrova il vantaggio al 16’ (43-40). Langford tiene i suoi a galla con una bomba in uscita dai blocchi ma è comunque l’Efes ad aggiudicarsi la ripresa per 54-52. Cook non tiene la palla in mano e Milano sprofonda sotto i colpi di un incredibile Vujacic. Al 35’ il vantaggio per i padroni di casa raggiunge la doppia cifra (67-56) ma Milano d’orgoglio rifila un 6-0 di parziale agli avversari e torna sotto di 5 ma fallisce l’occasione di tornare a contatto con gli errori dalla lunga di Melli e Langford. Non sbaglia invece Vujacic che dai 6,75 riporta i suoi sul +10 (72-62) chiudendo i giochi. Milano, nel finale, cerca di limare lo svantaggio ma non c’è verso, l’Efes ribalda anche il -5 dell’andata e vince 77-71.

Anadolu Efes Istanbul vs EA7 Milano 77-71 (20-18, 26-37, 54-52)

Istanbul: Farmar 5, Vujacic 29, Batuk ne, Erden 9, Tunceri 2, Shipp 2, Gonlum 10, Batista, Savanovic 5, Lucas 10, Kuqo 5, Guler
Milano: Giachetti ne, Stipcevic 3, Hairston 14, Fotsis 7, Cook 2, Chiotti 5, Melli 10, Langford 15, Gentile 3, Hendrix 8, Basile 4

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *