Home Coppe Europee EuroLeague Il Panathinaikos cede di schianto nell’ultimo quarto, il Real Madrid vince 96-78

Il Panathinaikos cede di schianto nell’ultimo quarto, il Real Madrid vince 96-78

0
Risultato immagini per campazzo tavares
foto da EuroLeague.net

Per l’anticipo di lunedì del 26° round di Turkish Airlines EuroLeague, al Wizink Center il Real Madrid abbatte la resistenza del Panathinikos per 96-78.

Match sempre condotto dagli uomini di coach Pablo Laso con il team greco che solo nel terzo quarto ha toccato il -3 a più riprese senza inattaccare l’inerzia degli spagnoli. Decisiva la coppia Facundo Campazzo (14 e 10 assist per 26 di valutazione) – Walter Tavares (15 e 10 rimbalzi per 30 di valutazione) oltre ad altri 5 giocatori in doppia cifra nella vittoria dei madrileni che continuano a restare ancorati al secondo posto in classifica dietro la capolista Anadolu Efes Istanbul. Il Pana ha ceduto di schianto nell’ultimo quarto, inutili i 13 di Calathes e gli 11 di Thomas, Papapetrou e Fredette.

Cronaca del match

Inizio dei greci per il 3-5 dopo 2′, il Real non si spaventa e con un 10-0 di break dà una frustata al match con due triple di Facundo Campazzo, 13-5 dopo 4′, time-out coach Rick Pitino. Tocca la doppia cifra di vantaggio il Real sul 17-7 con la regia illuminante del Facu Campazzo (6 assist nel 1° periodo). Lima solo sul -5 il Panathinaikos con Deshaun Thomas e la tripla di Andy Rautins, ma i turnover frenano i greci (6 nella frazione) che subiscono i numerosi viaggi dalla lunetta dei madrileni con netta prevalenza ai rimbalzi con Deck e Tavares sugli scudi, 27-16 dopo i primi 10′. Le triple di Rautins e Rice fanno tornare gli ospiti sul -5 sul 29-24 dopo 12′, ma la formazione di Pablo Laso con Rudy Fernandez prima, Jaycee Carroll poi, allunga nelle triple, 38-26 al 14′. Nick Calathes viene continuamente “imbottigliato” dalla difesa del Real che non gli concede nulla, Nico Laprovittola infila il massimo vantaggio madrileno di +14, 42-28 al 16′. Il Panathinaikos non ci sta a darsi per vinto: break di 1-10 con la tripla di Calathes a ridare alla sua squadra il -5 sul 43-38 al 19′, ma nel finale di tempo Jaycee Carroll riporta il +10 per il Real prima che la tripla di Ioannis Papapetrou mandi le squadre al riposo, 48-41 alla pausa lunga.
Si ritorna in campo e il match cambia totalmente, perchè il Panathinaikos mostra tutt’altto atteggiamento rispetto al primo tempo, con Jimmer Fredette tocca il -3 sul 51-48 al 22′. La coppia Campazzo-Tavares è sempre molto produttiva in casa Real, ma il Pana resta in partita grazie a un nuovo -3 toccato dalla tripla di Calathes e un Deshaun Thomas molto positivo, è 60-55 al 2° TV time-out del match al 26′. Pablo Laso “rispolvera” in campo capitan Felipe Reyes che non sbaglia dalla lunetta, poi è Threy Thompkins a segnare punti importanti per i madrileni, 68-60 al 28′. Ma il Pana non sta a guardare, Tyrese Rice e Bentil riducono le distanze per un altro -3 al 29′, 68-65. Il finale del terzo è però di Rudy Fernandez che porta i padroni di casa sul 73-65 dopo 30′. Ultimo quarto e Campazzo con l’aiuto di Threy Thompinks porta il Real Madrid sul +14, 83-69 a 7’22” dal termine, time-out coach Rick Pitino. Il Pana non riesce più a recuperare la doppia cifra di svantaggio, un’altra tripla di Campazzo sembra chiudere ogni discorso con i greci “incapaci” di reagire alla sterzata madrilena, Laprovittola conferma la fine anticipata del match sul +19 a 3’10” dalla fine sul 92-73. E’ garbage time, null’altro da segnalare in un match che finisce 96-78 per il Real Madrid.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata