EL, Group E: Barcellona a valanga, Oly OK, colpo esterno della squadra di Scariolo e Poeta

Prima giornata al via per la seconda fase dell’edizione 2013/14 dell’Euroleague, con le Top 16 raggruppate in due gironi a darsi battaglia sul parquet di gioco per assicurarsi la possibilità di far parte delle quattro squadre elette che nella Final Four di Milano si contenderanno il massimo titolo europeo. Ecco il Recap del Gruppo E:

La prima partita disputata è stata quella tra Panathinaikos e Olimpia Milano a cui rimandiamo per la cronaca e gli highlights della gara al seguente link per una più completa informazione (clicca qui). 

L’unico colpo esterno della giornata per quanto riguardo il Gruppo E, viene firmato dal Laboral Kutxa Vitoria di coach Scariolo e del nuovo arrivato Giuseppe Poeta, ancora inutilizzabile in quanto bisognoso di ritrovare il ritmo partita dopo mesi in cui è rimasto in disparte i suoi ex compagni della Virtus Bologna, vittoriosi sul campo dell’Unicaja Malaga con il punteggio di 79-93. Dopo un buon avvio dei padroni di casa, trascinati da Zoran Dragic (22pt.) e Calloway (17pt.) con cui raggiungono anche il +11 di fine prima frazione, sono gli ospiti a prendere in mano le redini del gioco, dominando i restanti 30′ e dilagando nel finale. Mattatore dell’incontro Andres Nocioni, Mvp con 20 punti realizzati e 9 rimbalzi catturati, sfiorando la doppia doppia.

Nessun problema anche per il Barcellona che sconfigge per 84-65 sul parquet amico l‘Efes Pilsen. Grande prova per gli spagnoli di Juan Carlos Navarro a referto con 21 punti, 4 rimbalzi e 3 assist distribuiti per i propri compagni. Non bastano per evitare la netta sconfitta ai turchi i 15 punti del mai domo Semih Erden.

Nell’ultima sfida che ha chiuso il primo turno delle Top 16, ad avere la meglio sono i stati i bi-campioni d’Europa dell’Olympiacos, che nella propria tana, hanno sconfitto il Fenerbache di coach Obradovic con il punteggio di 95-82. Gara intensa e spettacolare quella andata in scena al Pireo, con le due squadre a ribattere colpo su colpo ai break avversari, per poi affondare il colpo decisivo nell’ultima frazione che si chiude con il parziale di 33-26 in favore dei padroni di casa. Straordinaria la prestazione del campione Vassilis Spanoulis, autore di ben 28 punti, 9 assist e 5 rimbalzi autentico trascinatore e dominatore del parquet di gioco; bene anche Perperoglou a quota 21 punti realizzati. Per le fila dei turchi, positive le prove di Preldzic (17pt+6 rimb) e Bogdanovic a segno con 16 punti.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *