Euroleague: il Real Madrid batte il CSKA; la Stella Rossa non si ferma più

sergio llull real Madrid 16-11-2016
Sergio Llull è stato il migliore del Real Madrid

Una vittoria della Stella Rossa Belgrado in trasferta sul campo dello Zalgiris Kaunas e il successo casalingo del Real Madrid contro i primi della classe del CSKA Mosca chiudono la prima giornata di ritorno dell’Eurolega.

ZALGIRIS KAUNAS – CRVENA ZVEZDA BELGRADO 61-77

Continua la favola della Stella Rossa Belgrado. La compagine della capitale serba, infatti, è uscita vittoriosa dalla sua visita in Lituania contro lo Zalgiris per 61-77, e conquista così la sua ottava vittoria, che vale il settimo posto in classifica, e quindi la zona Playoff.

La squadra di Dejan Radonjic era partita subito fortissimo, chiudendo il primo quarto avanti 7-21 e continuando a dominare nel secondo parziale. All’intervallo il risultato era già di 22-47. La partita era ormai senza speranza per gli scovagliti padroni di casa, che nella seconda metà avevanocercato di salvare almeno l’orgoglio, ma senza riuscire a impensierire troppo i rivali.

Marko Simonovic (16 punti, 4 rimbalzi), Branko Lazic (15 punti, 3 rimbalzi) e Charles Jenkins (13 punti) sono stati i migliori, mentre tra i padroni di casa il solo Paulius Jankunas è andato indoppia cifra con 10 punti.

REAL MADRID – CSKA 95-85

In un’intensa partita tra due potenze del basket europeo, alla fine l’ha spuntata il Real Madrid, che ha battuto 95-85 il CSKA Mosca. Gli spagnoli conquistano così l’undicesima vittoria in Eurolega, mentre che per i russi si tratta della quarta sconfitta.

Sergio Llull ha rivestito i panni dell’eroe per i blancos, mettendo a segno 24 punti, con un paio di triple davvero assurde, e 6 assist. Molto bene Jonas Maciulis (20 punti) soprattutto nella prima parte. Per il CSKA i migliori sono stati i soliti Nando De Colo (18 punti) e Milos Teodosic (13 punti e 5 assist).

Il Real Madrid era partito meglio, ritrovandosi sul +7 a metà del primo quarto dopo un canestro di Llull, ma il CSKA era riuscito a ricucire lo svantaggio, terminando il primo parziale avanti 23-24. Equilibrio anche nel secondo parziale, con Maciulis particolarmente attivo. Dmitry Kulagin aveva permesso di riaccorciare le distanze e andare al riposo con il Madrid avanti 50-46.

Dopo un terzo quarto terminato in partità assoluta (parziale di 24-24 e quindi Madrid avanti 74-70 dopo 30 minuti), il ritmo di gioco era aumentato durante gli ultimi dieci minuti, con i locali dirigendo l’incontro e la squadra di Dimitris Itoudis inseguendo a ruota. Kurbanov aveva portato i suoi sul -2 (87-85) quando mancavano due minuti alla fine dell’incontro, ma da lì in poi in campo c’è stato solo il Real Madrid, con Llull facendo il fenomeno e sancendo il successo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *