Home Coppe Europee EuroCup #Eurocup: la Virtus mette la quinta
#Eurocup: la Virtus mette la quinta

#Eurocup: la Virtus mette la quinta

0

La Virtus Bologna vuole mantenere l’imbattibilità in Europa, e vola in Belgio per cercare la quinta vittoria consecutiva. Missione compiuta grazie ad una grande prestazione offensiva, tirando col 68% dal campo e mandando ben 6 giocatori in doppia cifra. Mvp di serata Josh Adams, autore di 24 pti.

I ragazzi di Djordjevic, tornati a vincere anche in campionato, cercano quella continuità che quest’anno finora è mancata, e la partenza è in effetti incoraggiante. Josh Adams inaugura la sua super serata concretizzando il primo passaggio. L’ex Malaga è incontenibile e, con 11 pti nei primi 4 minuti, porta la Virtus sul +12 già a metà del primo quarto. L’Anversa si aggrappa a Vrenz Bleijenbergh, e riesce a riportarsi a -6, ma Adams in penetrazione inchioda per il +8 su assist di Teodosic. Sul +10 gli ospiti rallentano un attimo, ed i belgi aprono il parziale di 8-2 che chiudono il primo quarto sul 19-23.

Il secondo quarto parte molto a rilento e con diversi errori, tant’è che il primo canestro lo segna Awudu Abass, ben imbeccato da Teodosic dopo il rimbalzo offensivo di Tessitori, dopo più di 2 minuti. Segnano finalmente anche i Giants, con i due liberi di Jenkins. Anversa cerca di rientrare in partita e si riporta a due possessi di svantaggio, ma Stefan Markovic si traveste da quarterback e regala a Vince Hunter la schiacciata del +8. Prima dell’intervallo lungo, c’è pure il canestro del +10.

Al rientro in campo i padroni di casa partono meglio e, con 5 pti consecutivi di Bleijenberg si riportano sotto. Ci pensa Tessitori a segnare il primo canestro del terzo quarto per gli ospiti, che però in questa fase non riescono ad accelerare. Servono la terza tripla di Adams e la prima di Kyle Weems per riportare la differenza in doppia cifra. La partita sembra indirizzata definitivamente verso Bologna, ed infatti il vantaggio arriva sino al +17 che mette una certa tranquillità alla Segafredo in vista dell’ultimo quarto.

Ed infatti l’ultimo periodo è di fatto pura Accademia per gli ospiti, che gestiscono senza troppa difficoltà il vantaggio ed approfittandone per arrotondare il punteggio e gli Score individuali.