A2 Ovest – Tortona vince all’ultimo respiro uno splendido derby

Davanti ai 2.722 del Palaferraris – record in A2 per la Junior Casale – il Derthona si prende al supplementare, per soli due punti (88-90), un derby vibrante, condotto per oltre metà gara dagli ospiti, quindi apparentemente nelle mani rossoblu, infine deciso dalle giocate dei singoli. Metà gara bloccata e spigolosa, un secondo tempo e supplementare stupendi, che rendono onore a entrambe le squadre in campo. Alla fine è un’entrata di Johnson, migliore in campo con 34 punti, a 5” dal termine, a dare il colpo di reni vincente. Derthona che ha già capito di avere fatto un acquisto pesantissimo, in ottica playoff, con Alibegovic, che con 12 punti nell’ultimo quarto stoppa Casale e riporta avanti i suoi, barcollanti ma indomabili nel terzo quarto quando Casale, con un 15-0 guidato dalle tre triple di Denegri, si era scrollata di dosso le incertezze dei primi 20’. Guidata da un Martinoni gladiatorio da 29 punti (16 a all’intervallo lungo, oltre la metà a quel punto del bottino casalese), la Novipiù aveva assorbito bene l’assenza contemporanea di Marcius e Blizzard e i problemi di falli di Tomassini. Rintuzzate le folate tortonesi, Casale provava a scappare ma non capitalizzava del tutto il suo momento migliore, facendosi riprendere da Tortona e arrivando a un soffio dal portarla a casa nei 40’. Con Sanders nel ruolo di rapace rubapalloni, la Junior a 18” dal termine era ancora a +3 (71-68), nella girandola dei liberi proprio Sanders e Valentini commettevano gli errori che davano a Garri, con 3 decimi da giocare, i personali per l’aggancio a quota 75. Nel supplementare, l’iniziale strappo casalese non partoriva allunghi significativi e prendeva vita uno scambio di colpi da batticuore, dove Bellan e Sanders provavano a negare la vittoria che Garri (sua la tripla del 85-88) e infine Johnson davano a Derthona.

ARIA DA DERBY – Primi minuti scorbutici e di grande equilibrio. Johnson sgasa per il +5 esterno (4-10) con tre liberi e una fulminea tripla dal palleggio. Martinoni catalizza il gioco juniorino, calamita del gioco sotto le plance in assenza di Marcius: suoi i primi sei punti rossoblu. Sanders gode di cure particolari, le sue prime conclusioni fanno cilecca, in linea con il gioco asfittico dei compagni.Garri imbuca il +7 (8-15), capitalizzando un’azione corale di grande respiro. Una rubata di Sanders con schiacciata scuote il Palaferraris. Quando Garri commette il secondo fallo e va a sedersi, Casale respira e si avvicina. Denegri mette la prima conclusione dai 6.75 della Junior e raddrizza un primo quarto complicato della Novipiù (17-18). Pansa fa entrare il nuovo acquisto Alibegovic, che si inserisce nel gioco ordinato e produttivo di Tortona, cui Johnson dà il propellente per riprovare a scappare. Novipiù pessima al tiro, solo alcune rubate attutiscono le folate tortonesi, così che un paio di due rdi Sanders valgono il -1 (22-23). Partita di lotta, gomiti sbucciati e poca bellezza. Però è sempre il Derthona a dare la sensazione di maggiore pericolosità e allora Johnson, con le mani in faccia, mette il difficile canestro del +8 (24-32). Il solo Martinoni va regolarmente a referto, in un tempo da meno del 30% dal campo. Serve un break in contropiede e tripla in angolo di Denegri dare ossigeno (29-32). Il tempo si chiude sul 31-34 grazie all’appoggio quasi a fil di sirena di Sorokas.

TESTA A TESTA E SPETTACOLO –  Nel terzo periodo rientra subito Garri, Tortona parte forte con un parziale di 0-5 e va a +8. Denegri rivitalizza con la terza tripla della serata i suoi, un contropiede di Sanders vale il -3. Denegri pareggia e prosegue in piena trance agonistica, infilando 9 punti nel 15-0 che ribalta l’inerzia della gara e porta la Novipiù al +7 (48-41). Bastano un paio di passaggi a vuoto in attacco e Tortona è subito lì a mordere, puntellata dal suo capitano sotto canestro, dove Martinoni non smette di colpire. L’ultimo quarto è senza esclusione di colpi: Tomassini risponde ad Alibegovic per il 54-51. Lo stesso Alibegovic pareggia in transizione dopo tripla aperta sbagliata da Casale, quindi Sorokas in schiacciata sorpassa. Martinoni in torsione pareggia e va in lunetta, con il suo canestro e un tecnico alla panchina tortonese si giunge al 58-56 dopo libero di Tomassini. Sanders tenta l’assalto spacca-partita e quasi ci riesce, trascinando Casale al +6 (62-56). L’ex Capo D’Orlando è una macchina, quasi da solo si inventa il contro-sorpasso dei Leoni (67-68). La Novipiù, sul 71-68 per mano di Severini, avrebbe il colpo del KO in canna e lo fallisce con Denegri, prima di essere riagguantata. Al supplementare, Tortona non sbaglia più nulla e si prende il derby. Curiosità statistica: da quando si affrontano in A2, ossia nelle ultime tre stagioni, mai una vittoria casalinga fra Casale e Tortona.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – BERTRAM TORTONA: 88-90 dts (17-18; 31-34; 52-49; 75-75)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini, Banchero ne, Denegri 19, Tomassini 8, Valentini 1, Blizzard ne, Martinoni 29, Severini 5, Cattapan, Bellan 3, Sanders 23. All. Ramondino

BERTRAM TORTONA: Stefanelli 1, Alibegovic 15, Sorokas 8, Rdonijc, Divac ne, Apuzzo ne, Quaglia 3, Garri 16, Gergati 8, Johnson 34. All. Pansa

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *