Home A2 A2 - Girone Rosso Ultimo match di un terribile 2019 per la Torino del basket

Ultimo match di un terribile 2019 per la Torino del basket

0

REALE MUTUA BASKET TORINO VS SS NAPOLI BASKET / CAMPIONATO SERIE A2 LNP 2019

I presenti al Pala Gianni Asti domani non potranno, anche solo per pochi secondi, pensare al travagliatissimo 2019 che hanno vissuto.

Non si potrà però fare alcun bilancio però, perché la nuova società è ancora impegnata a ricreare un rapporto che si è incrinato a maggio a causa del fallimento e retrocessione dell’Auxilium Fiat Torino, con la città, che si fonda, e non potrebbe essere diversamente, anche sui risultati.

Ecco quindi che dopo il tonfo contro la capoclassifica Biella, riprendere la marcia è imprescindibile per muovere la classifica, battendo Capo d’Orlando che nonostante il posizionamento in classifica ha dimostrato nell’ultima uscita di aver le qualità per poter risalire e tentare nuovamente l’assalto alla serie A, lo scorso anno fallito solo in finale playoff contro Treviso.

La squadra siciliana ha infatti inaugurato il girone di ritorno con una vittoria contro Latina, nel quale si è intravisto per la prima volta il potenziale della squadra, inespresso nelle prime 15 giornate a causa dei numerosissimi infortuni che hanno impedito di creare quegli equilibri necessari per poter poter competere ad alti livelli.

Coach Sodini ha infatti recuperato sia Laganà che Kinsey, che costituiscono insieme a Johnson l’asse portante della squadra (nell’ultima uscita hanno fatturato 61 degli 87 complessivi) con cui ha parzialmente invertito il trend che la vede ancora il peggior attacco della categoria con poco più di 67 punti segnati di media.

Per poter competere con una Reale Mutua che sarà sicuramente rabbiosa viste le modalità con cui è arrivato il ko nel sentitissimo derby di domenica scorsa, è infatti imprescindibile migliorare sotto questo aspetto.

I ragazzi di Cavina, al di là della situazione di falli che di fatto ha messo fuori gioco Cappelletti e limitato Diop, hanno patito una squadra che ha messo in campo un’energia ed un tasso atletico superiore al suo, e non è riuscita ad adattarsi a questa sorpresa, cadendo in un immotivato nervosismo, aumentato anche dalla giornata no di Pinkins, leader silenzioso della squadra:  così è maturato una sconfitta che però non cancella le recenti prestazioni scintillanti.

Il risultato della partita dipenderà dall’efficacia con cui Torino gestirà il proprio ritmo offensivo e riuscirà ad innescare con contropiedi e mezze transizioni i tiratori sul perimetro (capitan Alibegovic in particolare) e potrà servire in post basso con continuità le torri Pinkins e Diop, come fatto nelle ultime uscite casalinghe.

Per impedire a Torino di mostrare i propri pregi, il tattico Sodini avrà sicuramente escogitato qualche trappola, potendo contare sull’esperienza di Kinsey, e su un roster che, ora al completo, ha centimetri e chili che possono mettere nuovamente in difficoltà la Reale Mutua.

Il risultato dell’andata (vittoria di Torino 84-74) è poco significativo viste le modifiche avvenute nel roster dei siciliani ma sicuramente la prestazione monstre di Johnson (28+14) ha lasciato un ricordo nella mente di coach Cavina

In caso di vittoria i siciliani si rilanceranno ufficialmente per la corsa playoff, mentre Torino con i due punti in tasca riprenderà il testa a testa per staccare le altre squadre attualmente in seconda posizione. Il tutto pensando che finalmente si potrà voltare pagine e scrivere la parola fine a questo anno a dir poco travagliato.

Palla a due alle ore 17.30 con diretta su LNP Web TV