A2 Est – Fortitudo Bologna di autorità e senza problemi, Imola battuta 84-100

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che praticano sport e campo da basket

foto da pagina Facebook Fortitudo Pallacanestro Bologna 103

Sbancato anche il PalaCattani di Faenza nel match di mezzogiorno della 17a giornata di A2 Est. La Fortitudo Bologna di Antimo Martino compie un altro piccolo passetto per la promozione diretta in A1 battendo nel derby l’Andrea Costa Imola per 84-100 e ritorna avanti di 6 punti di vantaggio sulla De’ Longhi Treviso in classifica. E domenica prossima, ancora a mezzogiorno, in diretta su Sportitalia, al PalaDozza ci sarà proprio lo scontro diretto

Nel giorno del ritorno in campo di Stefano Mancinelli, la Lavoropiù ha costruito la 16ma vittoria stagionale nella prima parte di gara, gestendola con autorità nella ripresa. Sempre davanti nel match dalla tripla iniziale di Rosselli, il primo strappo l’ha dato Daniele Cinciarini con 10 punti in un amen dal 12-14 al 14-24 con cui si è chiuso il primo quarto. Gli americani de Le Naturelle, Bowers e Raymond, cercano di fare quel che possono ricucendo il divario fino al -5 sul 29-34 al 16′. Ma arriva un’altra fustigata della F scaraventando un’altra martellata di quelle che fanno piuttosto male: 5 triple (3 di Kenny Hasbrouck), ed è 36-53 al 20’. Fantinelli e Pini toccano il ventello di vantaggio sul 41-61 al 22′, poi calo di tensione Fortitudo; Imola trova in Rossi una valida alternativa al duo statunitense, ma Benevelli con due triple in fila rasserena la tifoseria ospite; al 30′ il tabellone recita 60-77 per i bianco-blu. Ultimo quarto di grazia per la F, la schiacciata di Rosselli quasi rompe il ferro ma non il momento dei viaggianti che toccano il +23 con Venuto, 62-85 al 31′. Il resto è di fatto un lunghissimo garbage time, Imola non dà mai la sensazione di tornare a contatto, la Lavoropiù controlla e tocca quota 100 con la tripla del giovane Ugochukwu. La Fossa fa festa e si prepara al prossimo, atteso match con Treviso.
Ad Imola non bastano i 22 punti degli USA Bowers e Raymond, mentre Bologna si gode invece un’ottima prestazione di squadra guidata dai 18 punti di Cinciarini e 16 di Hasbrouck.