Il preview di Brindisi-Varese, Sacchetti e Caja cercano i due punti per risollevarsi

Romeo Meo Sacchetti 2016-10-29

Nella quarta giornata di ritorno del campionato di Serie A la Enel Brindisi ospita la OpenjobMetis Varese per vendicare la sconfitta della gara d’andata. Tre sono le vittorie di differenza tra le due compagini, con Brindisi a ridosso della zona Playoff, mentre Varese poco sopra l’ultima posizione. Entrambe le squadre non stanno però attraversando un grande periodo di forma, dunque la gara delle 18:15 di domani sarà un’occasione importante per prendersi i due punti.

Qui Brindisi – La Enel è reduce da 4 sconfitte nelle ultime 5 gare, con l’ultimo KO a Reggio Emilia dove sono stati concessi ben 98 punti. Il problema maggiore di queste sconfitte è stata proprio la difesa, infatti sono ben 92,2 i punti concessi in media in queste 5 partite, dato certamente da migliorare per poter tornare costantemente alla vittoria. Offensivamente invece non sta mancando l’apporto di Amath M’Baye, secondo miglior marcatore del campionato con quasi 20 punti di media. Per l’appuntamento con Varese coach Sacchetti potrà contare sul suo apporto e avrà bisogno anche di Scott, Carter e del recuperato Moore: “La settimana è trascorsa abbastanza serenamente, con Nic Moore che ha recuperato dal problema avuto prima dell’incontro con Reggio Emilia. Il riscontro effettivo sul lavoro svolto lo avremo però solo in occasione del match di Domenica, in cui conta assolutamente la vittoria finaleIn questo momento non dobbiamo pensare alle Final Eight o alla quota salvezza da raggiungere bensì solo a noi stessi. L’obiettivo principale è ritrovare il gioco e lo spirito che abbiamo mostrato nei match migliori della stagione senza guardare alla classifica. Abbiamo bisogno di una vittoria. Varese ha ottime qualità, a partire dal playmaker Maynor che sa far giocare molto bene i compagni. Dovremo fare un lavoro particolare sul miglior rimbalzista della Lega Anosike, per cercare di contenerlo e non farlo arrivare troppo vicino al canestro. Le nostre maggiori attenzioni devono comunque riversarsi su noi stessi, bisogna guardare in casa nostra per crescere e migliorare”.

Qui Varese -Sono 6 le sconfitte della OpenjobMetis nelle ultime 7 gare, anche se dall’arrivo di Caja si sono visti dei miglioramenti che hanno portato alla vittoria a Caserta. Nell’ultima gara con Milano la squadra ha lottato ma nulla ha potuto contro le ottime medie al tiro dei campioni d’Italia. Ora Maynor e compagni dovranno cercare di trasformare le buone prestazioni in vittorie, senza perdere di continuità nel corso dei 40 minuti, punto debole dei biancorossi. Fondamentali saranno proprio il rendimento del playmaker americano, ma anche di Eyenga e Johnson, i maggiori realizzatori della squadra. Nel prepartita Caja ha dichiarato: “Siamo ad un punto della stagione in cui ogni partita deve essere quella buona per riuscire a concretizzare quanto di buono stiamo facendo. Non importa che si giochi in casa o fuori, perché bisogna sempre giocare al massimo delle nostre possibilità pur sapendo, come nel nostro caso, il valore degli avversari che settimana prossima, non per niente, disputeranno le Final Eight. Brindisi è una squadra in cui il quintetto straniero va tutto quasi regolarmente in doppia cifra; ha delle qualità importanti sia dal punto di vista atletiche che offensive. M’Baye è una delle migliori sorprese del campionato perché atipico: è un lungo con qualità da guardia. Al suo fianco giostrano giocatori di valore come Scott e Goss, quest’ultimo esperto del nostro campionato e capace di lasciare un buon ricordo ovunque ha giocato. Dovremo fare una partita difensivamente importante limitando quello che è oggettivamente il secondo migliore del campionato con pragmatismo ed umiltà; non possiamo pensare di sfidarli sui ritmi alti in casa loro. Dovremo, inoltre, confermare l’atteggiamento delle ultime uscite cercando di limitare qualche passaggio a vuoto, fisico e mentale, che abbiamo avuto. A parte le partite contro le prime della classe, le altre sono tutte giocabili; ecco perché non dobbiamo partire sconfitti. Possiamo farcela, siamo fiduciosi delle nostre capacità e ci sentiamo pronti; stiamo lavorando bene”.

Chiave tattica – Come sottolineato da Caja sarà fondamentale il ritmo di gara che gli uomini di Sacchetti proveranno ad imporre, Varese dovrà essere brava a rallentarlo e non farsi trafiggere dall’attacco talentuoso di Brindisi. La Enel dovrà invece fare attenzione all’asse Maynor-Anosike e alla pericolosità dal perimetro di Dominique Johnson.