Milano-Boston: le dichiarazioni di Scariolo, A.Gentile e Doc Rivers

Il tecnico dell’EA7 Milano Sergio Scariolo analizza così la sconfitta della sua squadra contro i mostri sacri dei Boston Celtics: “Per trenta minuti è stata una partita bella, utile per le indicazioni date, con tante cose positive, poi dopo i primi trenta minuti le cose sono andate meno bene per un calo fisico, ma anche per una forma di demoralizzazione perché abbiamo costruito molti tiri aperti e li abbiamo sbagliati tutti. In quel momento abbiamo abbassato le braccia, e ciò che dobbiamo evitare di fare. La chiave negativa della partita per noi è stata a metà del terzo quarto quando ho dovuto giocare con due 5 in campo contemporaneamente, ed in quel momento si è scavato il gap decisivo. Ma ripeto i primi trenta minuti di gioco li valuto molto positivamente, dobbiamo solo migliorarci nei momenti di difficoltà, quando non ci entrano i tiri dobbiamo essere più duri mentalmente”. Per la giovane guardia Alessandro Gentile è stata la prima volta in carriera contro

avversari del calibro dei Boston Celtics : “Per me è stata un esperienza nuova, è stato un grande onore giocare contro giocatori di tale tecnica e fisicità, e spero che questa esperienza fatta oggi mi possa aiutare in futuro”.  Il tecnico dei Celtics Doc Rivers , grandissima ex stella Nba da giocatore,  è stato molto soddisfatto della prova dei suoi: “Nella prima partita (Ndr conto il Fenerbahce nell’amichevole di due giorni prima) non avevamo avuto una buona pressione difensiva con le guardie, non avevamo avuto un’identità difensiva. Ne abbiamo parlato, abbiamo visto il video, e le nostre guardie hanno capito che dovevano cambiare mentalità difensiva. Stasera è stato bello vederli difendere così,  abbiamo avuto la difesa che volevamo vedere, inoltre abbiamo corso bene in contropiede, ed ho visto le giuste spaziature in attacco”.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata