Menetti: Umili ed uniti in cerca del blitz

Max Menetti reggio emilia 2017-02-18

Continua la marcia di avvicinamento della Grissin Bon verso l’incontro di domenica delle ore 12 all’Adriatic Arena di Pesaro, in diretta su Sky Sport 1 HD. La squadra ha raggiunto nuovamente il ritiro di Cesenatico mercoledì sera, al termine dell’incontro amichevole di Cavezzo che ha visto i biancorossi prevalere per 90-76 sulla Fortitudo Bologna, in una bella serata con una splendida cornice di pubblico che ha permesso di raccogliere oltre 3 mila euro in favore delle popolazioni terremotate del centro Italia.

Dopo aver effettuato una doppia seduta nella giornata di giovedì, la prima circuiti e tiro in mattinata e la seconda tecnica in serata, anche nella giornata odierna doppio allenamento: in mattinata la truppa biancorossa ha svolto una seduta di pesi agli ordini del prof. Tibiletti, previsto lavoro tecnico nel pomeriggio sotto la guida dello staff tecnico. Domani è prevista la consueta seduta di rifinitura tecnico-tattica alle ore 12 presso il palazzetto dello sport di Cesenatico. La partenza alla volta di Pesaro avverrà direttamente domenica mattina.

Alla vigilia della odierna seduta tecnica, coach Max Menetti presenta la sfida di domenica, la quale vedrà il rientro di Stefano Gentile e l’assenza di Jawad Williams:

“Siamo tornati nel ritiro di Cesenatico ripartendo dal buon lavoro svolto la scorsa settimana ed approfittando della vicinanza logistica con Pesaro in vista dell’anticipo delle ore 12. Abbiamo deciso di muoverci verso la Romagna direttamente dopo l’amichevole di Cavezzo per preparare al meglio l’importante gara di domenica mattina. Purtroppo abbiamo avuto il nostro organico al gran completo solo per poco più di 20 minuti a causa della distorsione alla caviglia di Jawad Williams; ad una brutta notizia se ne aggiunge una positiva, ritroviamo infatti con piacere Stefano Gentile, un giocatore che aveva impattato in modo eccezionale in questa stagione e che ci è mancato sia in campo che fuori, facendo notare a tutti l’importanza della sua presenza nei nostri meccanismi. Sappiamo che per noi questo è un momento, particolare, duro, che vogliamo superare compattando il gruppo e con la voglia di stare insieme; proprio in questi momenti le parole rischiano di essere troppe, la realtà dei fatti è rappresentata dalla necessità di ottenere una vittoria. Abbiamo bisogno di fare una partita umile, di sostanza, alla ricerca di un blitz per ripartire”.