Cantù si gioca un posto per le Final8, per Brindisi prova di maturità

Ultima partita del girone di andata che vede la Pallacanestro Cantù ospite nel PalaPentassuglia della New Basket Brindisi. Il gruppo brianzolo atterra in Puglia per agganciare l’ottavo posto in classifica in attesa dei verdetti finali che decreteranno le squadre partecipanti alle Final Eight di Coppa Italia. I brindisini invece vogliono allungare la striscia positiva e staccarsi sempre più dal fondo della griglia delle 16.

Palla a due alle 19:15 e diretta su Eurosport Player.

 

QUI BRINDISI: Abbandonato l’ultimo posto in classifica dopo le vittorie ottenute contro Varese e Reggio Emilia, l’Happy Casa Brindisi affronta Cantù e insegue il terzo successo consecutivo. Il gruppo di coach Vitucci non è ancora al completo, dati alcuni problemi fisici riscontrati in settimana, ma recuperare gli stessi giocatori fino ad ora utilizzati di meno come Giuri o Cardillo sarà fondamentale, perché possano dare un apporto più incisivo, come ha affermato il tecnico biancazzurro in sala stampa.

“Le vittorie aiutano certamente a lavorare meglio e soprattutto hanno un feedback immediato nei giocatori al livello d’efficacia del lavoro quotidiano svolto. Attenzione però a non dimenticare le nostre carenze. Dobbiamo proseguire su questa strada, ottimizzando tempi e risultati nel miglior modo possibile”.
“Cantù è una squadra di grande talento che utilizza molto le proprie individualità sfruttandole al meglio. Dovremo perciò con umiltà pensare a difendere bene e scegliere oculatamente le letture opportune durante l’arco dei 40 minuti. Ci aspetta un match di grande diligenza, la classica prova di maturità cestistica in cui sarà necessario uno sforzo estremamente importante da parte di tutti noi. Sarà una partita molto difficile ma sono sicuro che arriveremo alla palla a dure preparati dal punto di vista mentale e tecnico consci che il raggiungimento della vittoria avrebbe un valore importantissimo”, ha concluso.

 

QUI CANTU’: Gli uomini di coach Sodini sono reduci dal successo interno con Capo d’Orlando, ottenuto in scioltezza grazie ai canestri di Chappel e Crosariol, ma quella con Brindisi non sarà un partita come le altre, come ha dichiarato il tecnico ai microfoni per la conferenza stampa.

“È uno scontro diretto per allontanare l’ultimo posto in classifica ma è anche vero che è una partita decisiva per la Final Eight di Coppa Italia visto che siamo settimi e manca una sola gara alla scadenza del girone di andata. È una partita molto importante per tutti noi e per questo i miei giocatori sono stati iper attenti in settimana. La squadra sta bene, l’unico problema resta la mano destra di Randy Culpepper, gli fa ancora molto male ed è arrabbiato perché non gli passa il dolore.
“Affrontiamo Brindisi nel loro miglior momento. Nelle ultime tre partite, dopo il cambio dell’allenatore e l’arrivo in panchina di coach Frank Vitucci, Brindisi ha avuto decisamente un cambio di passo. Per la prima volta nella stagione sono riusciti a vincere due partite di fila, noi per questo li invidiamo perché per adesso non ci siamo ancora riusciti. Per noi vincere nei turni dispari sembra una cosa complicatissima. Noi non vogliamo far correre Brindisi e vogliamo essere bravi come lo siamo stati nelle ultime partite, salvo per quei 10’ fatali a Reggio Emilia. Brindisi deve meritarsi ogni canestro, non vogliamo regalargli nulla”.