Brooks consegna il derby a Caserta, al PalaMaggiò Avellino affonda di 19 punti!

Jeff BrooksLa JuveCaserta si impone su Avellino 76-57 restituendo ai lupi la sconfitta dell’ andata con gli interessi,con uno scarto decisamente più pesante, ribaltando addirittura la differenza canestri dell’ andata che aveva visto gli irpini imporsi sui bianconeri con uno scarto di +6.

La Pasta Reggia di coach Molin fa ammattire i biancoverdi in difesa che non riescono a reagire alla pioggia di bombe della Juve in un primo quarto chiuso addirittura mettendo a segno 28 punti contro i 13 della formazione irpina. I bianconeri conducono per tutta la partita  e quando non riescono a trovare soluzioni facili in attacco ci pensa Jeff Brooks (Mvp indiscusso: 25 punti con 8/8 da due e 3/3 da tre, 5 rimbalzi, 3 assist e 3 palle recuperate), soltanto nel terzo periodo i ragazzi di coach Vitucci riescono ad accorciare raggiungendo il minimo svantaggio sul -8, ma una quarta frazione strepitosa di Scott che carica i tifosi bianconeri, insieme ad un paio di triple solide di Vitali sbarrano le porte del PalaMaggiò agli avellinesi.

Starting five: JuveCaserta: Mordente,Brooks,Roberts,Tommasini,Easley

Sidigas Avellino: Dragovic,Lakovic, Hayes,Thomas,Cavaliero

7a DINAMO SASSARI vs AVELLINO-7La Cronaca in Breve: Partenza e via e la Juve prova subito a scappare, e con le 2 palle rubate da brooks la Juve al 5’ è già sul 9-3. La sidigas sembra davvero capirci ben poco e con la tripla di Roberts  i bianconeri volano addiritttura sul 16-7 al 7’. A fine primo quarto è la bomba di Michele Vitali che vale il 28-13 a mettere il punto esclamativo su un primo quarto fantastico. I biancoverdi provano a creare qualche trama d’attacco ma la difesa della Pasta Reggia pare invalicabile, e il sottomano di Easley al 13’ vale addirittura il +20 (35-15). La schiacciata di Will al 19’ vale il 37-21. Il primo tempo si chiude sul 39-21 con il tentativo fallito da 3 di Cavaliero. Avellino ritorna in campo decisa a ricucire lo svantaggio, il gioco da 3 di Hayes al 23’ vale il -17(44-27). I bianconeri iniziano ad avere qualche difficoltà in atacco, e prima Tommasini e poi Roberts perdono 2 palle importanti in attacco, i biancoverdi ne approffitano riducendo addirittura lo svantaggio a -10 con la tripla di Hayes. Qualche minuto sulla sirena di fine terzo quarto è il canestro da 3 di Lakovic che fa segnare il minimo svantaggio per gli Irpini ,-8, sul 52-44. La Juve non accusa minimamente il colpo e guidata da uno strepitoso Brooks allunga, al 34’ il suo canestro da sotto vale il 60-44. La Sidigas però ci crede ancora e non vuole lasciare il derby ai bianconeri è al 36’ è Thomas a ridurre lo svantaggio sotto la doppia cifra 67-48. 2 triple di Vitali però, e un paio di straordinarie giocate di Scott chiudono gli ultimi tentativi di rimonta irpini chiudendo il match addirittura sul 76-57.

PASTA REGGIA CASERTA – SIDIGAS AVELLINO 76 – 57

(28-13, 39-21, 52-44)
Caserta: Mordente 2, Marzaioli ne, Marini ne, Vitali 11, Tommasini 2, Michelori 1, Brooks 25, Roberts 10, Moore 3, Scott 11, Easley 11. Allenatore: Molin

Avellino: Thomas 17, Biligha 2, Lacovic 11, Spinelli 2, Dragovic 2, Morgillo ne, Cavaliero 10, Riccio ne, Foster, Hayes 13. Allenatore: Vitucci
Arbitri: Taurino, Mazzoni, Sardella

Tiri da 2p: Caserta 20/31 (65%), Avellino 14/34 (41%). Tiri da 3p: Caserta 10/25 (40%), Avellino 8/27 (30%). Tiri liberi: Caserta 6/7 (86%), Avellino 5/7 (71%). Rimbalzi: Caserta 34 (10 offensivi), Avellino 31 (15 offensivi).

Note: Antisportivo a Lakovic al 35′. Doppio tecnico: Biligha e Scott al 38′.

Spettatori paganti: 3.187 (350 circa giunti da Avellino)

BasketItaly.It – riproduzione riservata