Champions League – Venezia cede all’Aek Atene dopo un supplementare, decisivo l’ex Mike Green

image.jpg

Stavolta i tempi supplementari non sorridono all’Umana Reyer Venezia che dopo i 55′ vinti contro il Banvit, cade al PalaTaliercio per la prima volta nella competizione europea; la formazione allenata da Walter De Raffaele ha ceduto la posta in palio all’Aek Atene per 101-103 dopo 45′ di gioco. Decisivi i canestri per la squadra ateniese di Mike Green, letale nell’overtime con 9 punti dei suoi 23 finali. A dare una mano all’ex Varese e Reyer il pivot Mavroeidis, gli “ex italiani” Dusan Sakota e Delroy James, solo 4 punti quest’ultimo ma autore del canestro decisivo a 2” dalla fine. Per Venezia non sono bastati i 25 di Orelik che poteva chiudere con i liberi a fine tempo regolamentare, i 20 di Johnson e i 19 di Peric.

CRONACA_ L’Aek arriva al PalaTaliercio sostenuto da circa 300 sostenitori giallo-neri. La prima parte di gara è equilibrata, Orelik è lo scorer principale della Reyer con due triple mentre per gli ateniesi il pivot Mavroeidis imperversa da sotto, 10-6 dopo 6′. Cinque punti in fila di Barlow portano sotto l’Aek, ma con le triple di Haynes e Johnson gli oro-granata scavano il primo solco, 18-11 dopo 8′. Mavroeidis e l’ex varesino Sakota sono linfa per i viaggianti, ma Bramos con la tripla punisce la difesa greca, 21-15 dopo il primo quarto. Dopo il canestro di Elonu per il 25-21, fischiato tecnico a Bramos, Green realizza ai liberi. I greci trovano buone risposte da Atic e dall’ex reyerino Green abile a rompere la difesa di De Raffaele, 28-27 dopo 15′, time-out Venezia. Peric in acrobazia sblocca i lagunari, poi Bralow, Green e Atic danno il nuovo vantaggio per l’AEK, 30-32 dopo 17′. Mavroeidis da sotto è un rebus, Venezia risponde con Peric preciso sotto-canestro, 36-34 al 18′. Orelik con due coppie di ½ ai liberi dà il 38-34, il tempo si chiude con un canestro incredibilmente sbagliato da Green in contropiede solitario.
Si rientra dagli spogliatoi, De Raffaele rischia Watt con tre falli sul groppone; subito tripla di Larentzakis che accorcia per il -1, ma Orelik risponde con 5 punti consecutivi, 45-39 al 23′. Due schiacciate di Watt sono importanti per la Reyer, ma Barlow e Sakota tengono botta per l’Aek. E’ la tripla di Haynes a esaltare il PalaTaliercio seguita dalla rubata di Jenkins e schiacciata di Peric per il 55-48, time-out chiesto da coach Manolopoulos. I giallo-neri non mollano la presa, le triple di Barlow e Larentzakis danno il -4, poi Sakota ai liberi dà il -2 per il 60-58 al 29′, time-out chiesto da De Raffaele. Peric e Jenkins, intervallati da Elonu, chiudono il terzo quarto sul +4 per Venezia, 64-60. Ultimo quarto. L’elastico tra le due squadre continua a essere tra i 4 e i 2 punti a favore della Reyer. Il pivot nigeriano Elonu è un fattore per l’Aek che alza il tasso di fisicità in difesa, 72-68 al 35′. Mavroeidis dà il -2, l’Aek ha la possibilità del pareggio che spreca, Venezia con un ottimo Peric autore di pregevolissimi canestri da sotto ritorna sopra di 7, 77-70 a 3’57” dalla fine. Delroy James firma i primi due punti della sua partita con una schiacciata, l’Aek ritorna sotto grazie ai rimbalzi offensivi che consentono a Green di mettere la tripla, poi Mavroeidis mette il canestro del nuovo pareggio, 77-77 a 1’47” dalla fine, time-out Venezia. Dopo un attacco fallito da Johnson, Larentzakis con un 2/2 ai liberi dà il vantaggio Aek, Bramos dalla lunetta risponde a 59” per il 79-79. Sakota su rimbalzo d’attacco dà il nuovo +2 ateniese, Peric per rispondere ai liberi ma fa solo ½, palla Aek a 18”4, time-out Atene. Fallo sistematico Venezia su Green che fa percorso immacolato, 80-83 a 16”2 dalla fine, time-out De Raffaele. Roulette dei liberi che continua: Johnson 2/2, Green 2/2. Poi viene fischiato antisportivo a Larentzakis. Johnson fa 2/2, 84-85 a 9”5 dalla fine. Haynes sbaglia la tripla, Orelik subisce fallo (confermato da istant replay), fa ½ sbagliando il primo. È tempo supplementare sul 85-85.
Elonu da sotto risponde a Johnson, poi le triple di Sakota e Green diventano pesanti per la Reyer, 87-93 a 2’57” dalla fine, time-out De Raffaele. Green è pericolo numero uno per la Reyer che trova il 92-97 a 1’49”, ma Orelik e soprattutto Johnson non mollano, di quest’ultimo la tripla del 99-99 a 36”6 dalla fine, time-out Aek. Green in isolamento mette il vantaggio ospite a 15”, Johnson risponde con l’affondata a 8”, ma da solo l’ex Brindisi Delroy James mette il canestro che risulterà decisivo a 2” dalla fine. L’ultima preghiera di Johnson da fondo campo tocca il ferro, finisce 101-103.

MVP BasketItaly.it: Mike Green

Umana Reyer Venezia – AEK Atene 101–103 dopo 1 t.s. (21-15; 38-34; 64-60; 85-85)

Venezia: Haynes 8, Peric 19, Johnson 20, Ugolini ne, Bramos 10, De Nicolao, Jenkins 4, Orelik 25, Bolpin, Ress ne, Biligha 6, Watt 9. All. Walter De Raffaele.

AEK: Elonu 12, James 4, Green 23, Xanthopoulos, Sakota 15, Tsalmpouris ne, Atic 4, Larentzakis 14, Barlow 13, Moraitis ne, Mavroeidis 18, Sy. All. Sotiris Manolopoulos

Arbitri: Vicente Bulto (Spagna), Andris Aunkrogers (Lettonia) e Petar Obradovic (Bosnia Erzegovina).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata