fbpx

Torino, che carattere! Rimonta Andorra e fa due su due in Eurocup

lamar patterson, torino

La Fiat vince e convince al suo esordio casalingo in Eurocup: il 92-86 premia i ragazzi di Banchi bravi a reagire nelle difficoltà, come già accaduto nella trasferta di Zagabria, e giocare con personalità quando la palla pesa. Decisivo nuovamente Patterson nel parziale di 19-2 che ribalta il match a cavallo dei due quarti centrali, in cui ha brillato anche la stella di Okeke.

Cronaca

La difesa di Torino inizia mettendo le mani addosso e ciò sorprende gli avversari che prima commettono infrazione di 24’’ e poi perdono palla: sarà solo un’illusione perché quando entra Karnowski la partita cambia. Le triple di Blazic e Jankovic danno la spinta al Morabanc ma il tentativo di fuga è subito rintuzzato dai canestri di Garrett e Patterson in fotocopia (15-16).

L’ingresso del polacco e il terzo fallo di Washington danno un’impronta precisa al match sul finire di primo periodo: nonostante le iniziative di Iannuzzi (20-22) ancora Karnowski e Albicy danno il massimo vantaggio ad Andorra al 10’ (27-20): decisamente troppi i rimbalzi d’attacco concessi e le palle perse della Fiat.

Anche al rientro Karnowski continua a imperversare nel pitturato e continuano le palle perse di Torino, che in attacco sembra esitante e meno decisa del solito. Jelinek, Jankovic (7 punti e 4 rimbalzi in 7’) e Albicy segnano dai 6.75 e spaccano in due il match: 40-26 al 15’.

Torino però si conferma squadra di carattere e ritorna subito nel match, seguendo il grido di battaglia di Mbakwe: Banchi sente che potrebbe essere un momento favorevole e rischia Washington e non paga dazio per la sua mossa spregiudicata. Anzi.

Lui ed Okeke contagiano con la loro energia anche i compagni: il parziale diventa di 12 a 0 con la tripla di Jones in contropiede e rimette tutto in equilibrio. Nell’ultima azione però Jaime Fernandez segna un canestro alla Navarro e così si chiude il primo tempo (38-42).

Patterson si conferma il metronomo della squadra e indica la via: segna poi prende il rimbalzo e infine regala un assist a Vujacic che segna la tripla del sorpasso (43-42).

Il parziale a cavallo fra i due quarti diventa una voragine (19-2) da cui Andorra fa fatica a risalire perché si trova di fronte una squadra altrettanto quadrata, ma sicuramente più talentuosa. Che ha talento anche negli uomini che hanno meno spazio, vedasi Okeke il quale entra “in the zone” nel terzo periodo e riempie tutte le caselle statistiche (10 punti e 3 rimbalzi nel solo terzo quarto) e, forse, manda un messaggio al commissario tecnico Sacchetti, presente al Ruffini.

Blazic e Jankovic scandiscondo i migliori passaggi del Morabanc che torna pienamente in partita sul 58-54 però l’attacco di Torino è molto meno esitante e la zona di Banchi manda in tilt gli avversari.Il 33-18 del terzo quarto rappresenta una seria ipoteca sul match e il vantaggio sembra rassicurante (71-60).

Sembra perché il Morabanc trova la chiave per uscire dalle difficoltà incontrate dalla zona e piazza un controparziale di 9-0 con tre triple, due firmate da Shurna e una Blazic.

Il match torna in equilibrio ma qui emerge di nuovo la voglia di vincere della Fiat che piazza la zampata: Garrett segna la tripla frontale, poi Vujacic regala un assist da sogno a Mbakwe che inchioda la bimane e Washington fa commettere a Karnowski il quarto e quinto fallo. La sua uscita dal parquet decreta il successo di Torino che rimane imbattuta in Eurocup.

Tabellino: Fiat Torino-Morabanc Andorra 92-86 (20-27; 18-15; 33-18; 21-26)

Torino: Garrett 13, Parente ne, Vujacic 12, Poeta 4, Stephens, Patterson 19, Washington 4, Okeke 12, Jones 8, Mazzola, Mbakwe 15, Iannuzzi 5. All:Banchi

Andorra: Fernandez 4, Blazic 22, Jankovic 15, Stevic 6, Karnowski 10, Albicy 7, Diagne 4, Shurna 11, Walker 2, Colom ne, Jelinek 5, Maric ne.All: Penarroya

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *