La rimonta di Roseto si spegne sul più bello, la Fortitudo resiste e passa 82-84

foto da sito fortitudo103.it

Con fiatone e batticuore, la Fortitudo porta a casa la vittoria in casa degli Sharks e blinda il secondo posto, rischiando però di buttare tutto al vento in una gestione finale confusionaria che viene graziata solo dagli errori dei padroni di casa. Riemersi dal -15, e più volte da uno svantaggio in doppia cifra, in una gara nel primo tempo dominata dalla Effe, gli abruzzesi hanno avuto il tiro della vittoria, alla sirena, sputato a Carlino fuori dal ferro, per il sospiro di sollievo di Pozzecco. Decisivi i 24 punti di Mancinelli e preziosi il 13 di Pini in una giornata in cui vincono anche Trieste, Treviso e Montegranaro lasciando tutto immutato ai vertici della classifica.

Prepartita all’insegna della solidarietà e della grande amicizia che lega le tifoserie di Roseto e Fortitudo e del ricordo dei tifosi bolognesi di Massimo Bolognini, a due anni dalla scomparsa.

ROSETO SHARKS- FORTITUDO CONSULTINVEST 82-84

ROSETO SHARKS: Carlino 10, Ogide 21, Alessandrini ne, Lupusor 9, Contento 24, Di Bonaventura 6, Palmucci ne, Lusvarghi, Zampini 2, Casagrande, Marulli 3, Infante 7. All. Di Paolantonio.

FORTITUDO CONSULTINVEST BOLOGNA: Cinciarini 13, Mancinelli 24, Okereafor 6, Fultz, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 10, Amici 7, Pini 13, Rosselli 9, Italiano 2, McCamey. All. Pozzecco.

Arbitri: Beneduce, Radaelli, Del Greco.

Note: parziali 20-28, 39-50, 60-69
Tiri da due: Roseto 20/40; Fortitudo 28/45. Tiri da tre: 5/20; 6/19. Tiri liberi: 27/32; 10/15. Rimbalzi: 37; 33.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *