A2 Silver – Chieti bestia nera: Roseto va k.o. nel derby!

Va alla Proger Chieti il Derby d’Abruzzo della 16° giornata di A2 Silver, la prima di ritorno, con il roboante punteggio 14560614395 19099b9e02 ndi 57-75, espugnando il PalaMaggetti di Roseto, dopo aver condotto per quasi tutta la totalità dei 40 minuti.

La spuntano le Furie Rosse di coach Galli, abili nel gestire il vantaggio accumulato nel corso del match, senza rischiare troppo nel corso della seconda parte di gara; Chieti, senza capitan Cardillo , gioca meglio dei padroni di casa, aggredisce maggiormente oltre l’area , conquistando due punti, alla luce del Derby, dal “doppio” valore. Gli Sharks, per contro, si abbandonano alla seconda sconfitta consecutiva, digerendo forse troppo in fretta i brillanti colpi con Omegna e Ravenna.  Con i due punti presi, Chieti vola a quota 16 in classifica, Roseto si ferma a 10, raggiunta da Matera e superata da Latina (ultima rimane Piacenza a 8).

Fondamentale per il successo teatino, i 27 punti di uno straripante Adam Sollazzo (10/16 al tiro) , cui ha aggiunto 7 rimbalzi e 3 assist, per un totale di ben 29 di valutazione, oltre i 13 di Monaldi e gli 11 di Ancellotti. Sponda Sharks, doppia cifra per Pitts con 17 ( 6/14), Moreno con 16 e Bryan con 11 (doppia doppia con 15 rimbalzi); male ancora una volta Jackson (1/7 da 3), che dopo un avvio di stagione promettente si sta adagiando molto sugli allori, brutta anche la gara di Janelidze.  Unica nota positiva in casa rosetana i circa 3000 spettatori, ma con nessun tifoso chietino per via del divieto imposto alla tifoseria biancorossa; da sottolineare l’applauso fatto a Sollazzo, a un minuto dal termine.

Occasione sciupata, quindi, per Roseto che torna sotto con il morale dopo il buon momento passato sul finire del vecchio anno, giocando una partita scialba, da tantissimi alti e bassi, con Jackson bloccato per la terza partita consecutiva e il deficit sotto le plance, e considerando che gli ospiti avevano nel solo Ancellotti l’unico vero lungo a disposizione la cosa fa riflettere eccome. Inceppato qualche meccanismo di troppo per la Trullo band, che da tre ha tirato malissimo ( 5/24 ), forzando in molte occasioni e lasciando a Chieti troppo spazio, soprattutto a Sollazzo: c’è da dire però che ai teatini è andato tutto alla grande, con un paio di tiri realizzati allo scadere dei 24, basti pensare alla tripla di Monaldi da 7 metri con l’avversario addosso.

 Statistiche a parte, vittoria meritata per i ragazzi del presidente Di Cosmo che stanno vivendo, fino ad ora, una stagione ottima, mettendo in mostra il grande lavoro fatto da coach Galli, vero artefice dei 16 punti della Proger: in settimana, inoltre, attese novità in merito al taglio  (imminente) di Saffold, e l’aggiunta di un altro americano, che pare essere l’attuale combo-guard di Torino Berry.

Nel prossimo turno Chieti riceverà al PalaLeombroni Matera, mentre Roseto sarà di scena a Treviso, in un match che rievocherà grandi ricordi del passato.

 

Roseto Sharks – Proger Chieti     57-75   ( 14-16, 19-22, 15-23, 9-14  )

 

Roseto:  Pitts  17 , De Dominicis n.e.  , Ferraro 3  , Bartoli n.e.  , Marini 5  , Janelidze  , Ippedico n.e.  , Bryan  11  , Jackson 5  , Moreno 16       All. Trullo

 

Chieti:  Palermo 8 , Di Emidio 2  , Marchetti  , Paesano 4  , Ancellotti  11  , Sergio 7   , Monaldi  13  , Di Giacomo  , Saffold  3  , Sollazzo 27      All. Galli

 

 

Punti Quintetto: Roseto  49  ; Chieti  66

Punti Panchina: Roseto 8    ; Chieti  9

 

Tiri da 2: Roseto      16/34      47% ; Chieti      22/37        59%

Tiri da 3: Roseto      5/24        21% ; Chieti      8/21        38%

Tiri Liberi: Roseto       10/15     67%; Chieti         7/11        64%

 

Rimbalzi: Roseto   39   ( 10  offensivi) ; Chieti  32  ( 3  offensivi)

Assist:  Roseto  12   ; Chieti   10

 

BasketItaly.it MVP:   Adam Sollazzo (Chieti), 27 punti, 10/16 al tiro (7/12 da 2, 3/4 da 3), 7 rimbalzi, 3 assist , 6 falli subiti , 29 di valutazione

 

 

Basketitaly.it – Riproduzione Riservata

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *