Siena-Milano: Le pagelle di BasketItaly.it

L’EA7 Milano torna alla vittoria in campionato e lo fa nel miglior modo possibile espugnando il PalaEstra del MontePaschi Siena per 66-71. Milano era chiamata al riscatto dopo la brutta figura contro Reggio-Emilia e per alcuni giocatori questa sfida aveva il sapore di “ultima chiamata”. Tra questi c’era sicuramente Omar Cook il quale ha risposto con una prova piuttosto positiva ma, nonostante ciò, Milano mostra ancora di avere problemi in fase di impostazione della manovra. D’altra parte il MontePaschi, tranne qualche fiammata di Sanikidze, è ancora troppo Brown-dipendente senza riuscire ad imbastire un gioco che riesca ad accendere e, mettere in ritmo tutti i compagni. I soli 6 assist messi a referto (da tutta la squadra) parlano chiaro. Ecco le pagelle di BasketItaly.it:

Siena

Brown: Anche questa sera il playmaker Americano è stato il miglior capocannoniere della serata. 26 punti per lui a referto ed un primo passo che difficilmente i difensori di Milano fermavano. Se da un lato il buon Bobby è una garanzia per quanto riguarda il contributo in fatto di punti dall’altro non si possono non notare le numerose palle perse: 7 e tutte in maniera banale… Voto: 7-

Hackett: Daniel mette in campo una prestazione, ancora una volta, convincente. 13 punti sono un contributo, tutto sommato, accettabile ma deve imparare ad aumentare la sua attenzione nei momenti topici della partita. In più occasioni non riesce in un controllo facile del pallone ed è poco lucido in attacco. Una maggiore precisione dalla lunetta ed una migliore gestione del pallone, dopo la persa di Cook nel finale, avrebbero potuto concretizzare la strepitosa rimonta Senese… Voto: 6+

Moss: Come sempre in difesa è una chimera per tutte le squadre. Le sue mani arrivano ovunque e regge in maniera efficiente gli scivolamenti con gli avversari. Nonostante tutto, 6 punti sono veramente troppo pochi per un giocatore che con il suo fisico potrebbe sovrastare in attacco proprio come fa in difesa.  Voto: 6

Kangur: Quasi non ci si accorge della sua presenza. In 17 minuti lascia la sua firma solo per una tripla dall’angolo e per una serie di decisioni offensive piuttosto discutibili…  Voto: 4,5

Carraretto: Il nuovo capitano del MontePaschi mette in campo l’intensità di sempre ma anche lui, come il suo predecessore, non lascia traccia sul campo… sv

Rasic: sv

Sanikidze: Una prova di puro carattere per l’ex giocatore della Virtus. Quando Siena sprofonda sul -20 è lui che si carica i compagni sulle spalle e tenta di dare la prima scossa. Una schiacciata imperiale ed una stoppata insensata su Langford riaccende gli animi del PalaEstra e spiega il perché del suo soprannome: Air Georgia. 9 punti e 9 assist il suo bottino personale… Voto: 7-

Kemp: I numerosi che speravano in un suo apporto anche in campionato sono rimasti piuttosto delusi. L’americano, in campo per soli 11 minuti si fa notare solo per due tiri liberi realizzati… sv

Lechthaler ne

Kasun: Altro spettatore non pagante vestito con il completino della MontePaschi Siena. Partito in quintetto base soffre da subito la fisicità dei lunghi milanesi e sparisce completamente dalla partita. Coach Banchi lo tiene in campo per soli 12 minuti, nei quali segna 3 punti e recupera 1 rimbalzo. Voto: 4

Ress: Senza Eze, e con un Kasun così orribile, il buon Ress è costretto agli straordinari. Sgomita e si da un gran da fare ma l’inattività delle stagioni precedenti  si fanno sentire. Sfortunato in un paio di conclusioni dalla lunga distanza è comunque importante per l’economia del gioco. Voto: 5,5

Milano

Giachetti ne

Stipcevic sv

Hairston: Inscena un bellissimo duello tutto fisico con David Moss. Alla fine ne risulta vincitore riuscendo nell’intento di superare la doppia cifra di punti messi a referto (12) e di lasciare il suo avversario solo a quota 6. Partita di grande sostanza la sua. Voto: 6,5

Fotsis: Fa il suo dovere, non si prende avventure e contribuisce alla circolazione della palla in fase offensiva. Quando chiamata in causa, la sua tripla piedi per terra è sempre una garanzia. 8 punti e 7 rimbalzi sono le sue cifre. Voto: 6+

Cook: Era senza dubbio l’indiziato numero uno questa sera. In avvio soffre la pressione difensiva portatagli da Bobbi Brown e finisce col perdere qualche pallone di troppo. E’ protagonista di una buona prestazione individuale con 11 punti (3/4 da 3), 4 rimbalzi e 5 assist ma gli manca ancora quel qualcosa per prendersi le chiavi della squadra. Troppo spesso l’Olimpia conclude le azioni in disperati 1vs1, convertiti frequentemente in punti considerato il gran potenziale dei singoli. Nel finale di partita, inciampa e perde un pallone che poteva costare caro alla sua squadra. Voto: 6,5

Chiotti ne

Bourousis: Considerata l’assenza di Eze avrebbe dovuto dominare sotto canestro. I compagni non sono bravi nel metterlo in ritmo e lui non fa tantissimo per richiamare l’attenzione su di se. Scariolo lo tiene in campo per 15 minuti. Voto: 5

Melli: Ancora una volta una buona prestazione del giovanissimo lungo milanese. In difesa è sempre molto attento ed a rimbalzo si fa sentire, in attacco non si fida del suo ottimo tiro preferendo in più occasioni un passaggio di troppo. Voto: 6-

Langford: Premesso che uno come lui potrebbe fare sempre più, gioca una buona partita e segna canestri solo nei momenti delicati del gioco. Nel momento di massima rimonta del MontePaschi  piazza una tripla frontale dal palleggio che spezza le gambe agli uomini di Banchi. Se innescato continuamente da scarichi potrebbe superare i 20 punti di media tranquillamente. Voto: 6,5

Gentile: Sul talento del giovane casertano non si discute. Con i suoi 13 punti è il miglior realizzatore dell’Olimpia ma gli errori, sempre banali, sono veramente tanti. Giocatore capace di non prendere nemmeno il ferro con ripetuti tiri dalla distanza ma allo stesso tempo di realizzare un canestro incredibile con annesso fallo subito. Probabilmente paga ancora i postumi dell’infortunio alla spalla, vedremo quando sarà al 100%. Voto: 7-

Hendrix: In campo si vede ancora il fratello scarso dell’Hendrix visto in Eurolega nelle stagioni passate ma finalmente fa vedere qualcosa ai suoi sostenitori. 8 punti e 7 rimbalzi sono un buon punto di partenza per uno che potrebbe essere il miglior centro del campionato. Voto: 5,5

Basile: ne

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata