Montepaschi Siena: Carte in regola per passare a Biella. Banchi: “Ferma volontà di vincere”

Rientrata oggi sul legno di viale Sclavo, la Montepaschi Siena si prepara a ricalcare il parquet nazionale: nel posticipo della quinta giornata di campionato, i toscani sono impegnati nella trasferta in terra piemontese – domani, palla a due ore 20:30 – per la sfida contro l’Angelico Biella. La partita sarà trasmessa in diretta su Canale 3 Toscana e in differita su Rete 7 (canale 12 del d.t.) nella serata di martedì alle ore 19.30.

In Eurolega, i Campioni d’Italia sono reduci dalla delusione riportata a Malaga, mentre nell’ultima gara del campionato italiano, Siena ha piegato la Scavolini Pesaro con il punteggio di 65-60, piazzandosi in classifica a quota sei punti che si traduce in un terzo posto, assieme con Bologna e Cantù. Invece, Biella ha solo due punti all’attivo che la collocano nel gruppo delle ultime: i piemontesi vengono dalla pesante sconfitta subita nell’ultimo turno a Reggio Emilia, l’altra contro Pesaro ma fatturano una partita vinta contro Caserta. In quest’ottica, anche il resoconto esterno senese è 1-1, con la sconfitta a Varese e la vittoria a Reggio Emilia. Guardando le percentuali, il pronostico dice “foglio rosa” per Siena con il 70% di probabilità in suo favore. Dunque, le due formazioni scenderanno in campo per il ventiquattresimo incontro e subito salta all’occhio che Biella è riuscita a battere Siena solo due volte nella sua vita (nelle stagioni 2005/2006 e 2006/2007).

Questione di motivazioni. Da questo punto di vista, la partita non è per nulla scontata: la squadra di coach Cancellieri cercherà di avvalersi al meglio del fattore campo per mettere in carniere il secondo successo stagionale, però Siena viene dalla partita soffiata in extremis, dopo un over time, dall’Unicaja ed venderà cara la pelle per sigillare il secondo colpo esterno dell’anno.

Nonostante le battute d’arresto arrivate in Eurolega, i biancoverdi stanno mostrando i primi frutti del lavoro iniziato da banchi: Siena sta perfezionando la propria forma fisica, gli automatismi, l’autostima e quella compattezza, o “chimica”, che si acquisisce solo giocando partita dopo partita.  Nel confronto di domani sera, l’attenzione cadrà particolarmente sui due ex in campo: l’attuale capitano senese Marco Carraretto, protagonista a Biella in maglia Lauretana dal 2002 al 2004, e il ben noto Roberto Chiacig, che ha vinto uno scudetto, una Saporta Cup ed una Supercoppa Italiana nelle sei stagioni disputate con la maglia della Montepaschi. Inoltre, nei di assistente di coach Banchi, attualmente siede Marco Crespi,  che è stato head coach a Biella nell’anno sportivo 2000/2001, cioè nella stagione della promozione in serie A.

Siena punterà sul playmaker Bobby Brown, che ha dimostrato un’ottima forma nell’ultimo match – valsa al titolo di mvp dell’incontro – oltre che, specie sotto le plance, sul tempestivo Sanikidze. Pronto a dire la sua sarà anche David Moss, che in questo inizio di stagione compare decisamente come il giocatore più continuo tra i campioni d’Italia. In offensiva, si conterà sulla precisione dall’arco di Janning e il supporto del tandem Ress-Kangur, giocatori che devono essere considerati soprattutto per il lavoro “sporco” che macinano in campo. Con le sue qualità, Daniel Hackett dovrà dare qualcosa in più alla squadra, mentre Kemp, pur non avendo recuperato ancora la perfetta forma fisica, non manca nel contribuire alla causa, basta vedere i suoi 16 punti e 4 rimbalzi concretizzati in Spagna. Tutti attendono, però, di verificare meglio l’operato del neo arrivato pivot Ben Ortner, che ha esordito a Malaga per soli 5 minuti.

Le parole di Banchi: “Dopo la trasferta di Malaga ancora una gara lontano da Siena che ci metterà alla prova sotto il profilo tecnico e mentale – dichiara l’allenatore della Montepaschi – I nostri avversari arrivano da una bruciante sconfitta e saranno fortemente motivati nel dimostrare, di fronte ai propri tifosi, tutta la loro competitività e combattività. Biella è squadra giovane, vivace e che gioca un basket molto aggressivo. Hanno esterni creativi e lunghi versatili con ottime qualità realizzative. Da parte nostra c’è la ferma volontà di giocare una gara continua e matura coscienti di quali insidie possa celare una gara di questo tipo”.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata