A Milano va in scena il Derby con Cantù, Sodini “non andiamo da spettatori”

Nell’undicesima giornata di campionato al Forum di Assago va in scena il derby tra Milano e Cantù (ore 17.30). I padroni di casa arrivano da due sconfitte consecutive a Torino e ad Atene. La squadra brianzola nell’ultima giornata ha sconfitto Bologna superandola in classifica.

Qui Milano: Dopo due sconfitte di fila tra campionato e Coppa l’Olimpia è chiamata a una vittoria nella partita più importante dal punto di vista simbolico e della tradizione: il derby contro Cantù. I ragazzi di Pianigiani stanno affrontando un periodo negativo, che si riflette anche nell’umore dei tifosi, ma per la partita di domani torna a disposizione Andrew Goudelock, miglior marcatore dei biancorossi con 16.5 punti di media nelle 6 partite disputate, oltre ad Abass e Pascolo. L’Olimpia rientra oggi pomeriggio dalla Grecia, effettuerà immediatamente una seduta di allenamento di rifinitura e poi sosterà ad Assago in attesa della sfida.

Qui Cantù: Con una città in fermento per l’importante sfida di domani Cantù avrà l’onore e l’onere di far entusiasmare i propri tifosi cercando una vittoria dopo il successo ottenuto contro la Virtus Bologna per allungare la striscia positiva e rimanere nella volata per le Final Eight. Per coach Sodini serve coraggio e concentrazione per affrontare il match “Credo fortemente che dovremo essere comunque coraggiosi ma occorre stoppare un attimo l’euforia del momento, entusiasmo giustificato dopo le ultime 6 partite, dove abbiamo prodotto una buona pallacanestro, vincendo due delle ultime quattro partite contro squadre di alto livello”. Nel frattempo per quanto riguarda gli aspetti extra campo dalla società arrivano buone notizie riguardo gli ambiti finanziari. Il nuovo amministratore Andrea Mauri, in un’intervista al Giornale di Como ha dichiarato che la scadenza dei pagamenti alla Federazione sono stati prorogati al 18 dicembre e che “tutto andrà a buon fine”.

La Chiave Tattica: Milano, sulla carta favorita, è la squadra italiana più attrezzata per le grandi sfide. Per Sodini la chiave sarà la difesa sul Pick & Roll. Cantù è una squadra offensiva ma Milano ha la difesa che concede la percentuale più bassa dal campo agli avversari (40,6%). “Attaccheremo comunque i nostri avversari perché è quello che siamo abituati a fare da quando sono l’allenatore di questa squadra – dichiara Sodini – non avremo remore nel prendere i nostri tiri, dimostreremo alla gente che non andremo al Forum per fare gli spettatori»