Milano, la rincorsa allo Scudetto parte da Cremona

Archiviata ufficialmente la Supercoppa ricomincia il campionato di Serie A. L’olimpia di Pianigiani affronterà, come nella prima giornata della stagione 2014/15 la Vanoli Cremona. Entrambe le formazioni hanno due nuovi coach sulla panchina ma Simone Pianigiani ha già esordito in un torneo ufficiale vincendo la Supercoppa mentre per Meo Sacchetti si tratta della prima sfida ufficiale sulla panchina di Cremona. Le squadre si sono già affrontate in preseason durante il memorial Michelangelo Barcella. In quell’occasione Milano superò Cremona 84-80.

Qui Cremona: Prima partita di campionato e prima sfida impegnativa per la Vanoli Cremona che vede sin da subito in salita il suo cammino verso l’obiettivo stagionale della salvezza. La società l’anno scorso è retrocessa sul campo, ma successivamente ripescata, in questa stagione riparte con un roster completamente rinnovato anche nella figura del coach, Meo Sacchetti che ha sostituito Paolo Lepore. L’unica conferma è quella di Darius Johnson-Odom che porta fisicità e gioco in penetrazione nelle tattiche di Sacchetti. Sempre secondo il coach cremonese il suo gioco “si sposa molto bene con quello degli esterni, in particolare i due Diener”. Meo Sacchetti in conferenza stampa sottolinea già il focus della sfida di domani: “dobbiamo trovare fin da subito quel senso della sfida che una squadra come la nostra dovrà mantenere per tutto il campionato. Il primo obiettivo resta quello di raggiungere il prima possibile la salvezza. Il nostro campionato è improntato su questa missione.”

Qui Milano: L’Olimpia, fresca del successo in Supercoppa, comincia il campionato in cui, come da molti anni a questa parte, è chiamata ad arrivare fino in fondo per riprendersi lo scudetto perso lo scorso anno eliminata in semifinale Playoff da Trento. La sfida di domani è il primo passo per quello che lo stesso Pianigiani descrive come “un lungo percorso di crescita”. Oltre alle conferme di Pascolo, Kalnietis, Abass, Dragic, Fontecchio e capitan Cinciarini Milano ha inserito nel roster nove nuovi giocatori tra cui spiccano Goudelock (MVP dell’Eurocup 2014) e Jordan Theodore che hanno ben figurato nel torneo della Supercoppa a Forlì (Theodore è stato nominato MVP della competizione). Il duo è il principale terminale offensivo della formazione biancorossa.

La chiave tattica: Cremona, tolta la conferma di Johnson-Odom, ha un roster completamente rinnovato che si misura per la prima volta in una gara ufficiale e dovrà trovare la sua dimensione e per ottenerla quale occasione migliore se non una delle sfide più difficili del campionato. La fisicità di Johnson-Odom servirà a limitare Goudelock che è già stato definito come il giocatore più forte del campionato. Questa soluzione difensiva potrebbe non bastare perché Pianigiani può contare su un roster molto lungo con 16 giocatori potenzialmente da quintetto che gli permette di gestire al meglio minuti ed energie e di avere più opportunità tattiche.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *