Derby Sardo: monologo Sassari. Banco in finale nel trofeo Mimì Anselmi

Gara da subito senza storia al PalaSerradimigni nella seconda semifinale del torneo Città di Sassari Mimì Anselmi: il derby fra Sassari e Cagliari; il primo quarto individua nella valutazione, la differenza di organico fra le due Dinamo: 61 – 3 in favore della squadra di Esposito, che non fa sconti in panchina, soprattutto sull’atteggiamento che i suoi devono avere in campo.
La prima parte di gara è a senso unico, Sassari abbassa la guardia soltanto quando prova a giocare senza un centro di ruolo, una soluzione tattica, che necessita ancora di un po’ di rodaggio per portare i frutti sperati, per il resto un lungo monologo biancoblu.
Spissu e soci, sono superiori per fisico in difesa ed esecutori micidiali in contropiede, con le percentuali dalla lunga distanza particolarmente positive, un mix che vale il 36-14 con cui si chiude il primo quarto.
La musica non cambia nel corso della seconda frazione, i ritmi si abbassano e questo in qualche modo favorisce Cagliari, che non vede il divario ampliarsi ulteriormente, ma Sassari comunque guida in maniera agevole, mostrando i muscoli quel tanto che basta per non concedere break in favore degli avversari.
Esposito decide di dare molto minutaggio a Parodi, ultimo acquisto in casa Dinamo per far fronte all’assenza di Smith, l’Uruguaino risponde presente dal punto di vista difensivo, tanta disponibilità al sacrificio sui cambi, ma una naturale mancanza di letture in attacco, visto il pochissimo tempo per allenarsi con i compagni.
59-33 al 20’.
Cagliari sprofonda dopo la pausa lunga, con le rotazioni ridotte e con un gap fisico evidente su ogni ruolo, non può che vedere i padroni di casa allungare sino al +40, la squadra di Esposito mette in mostra una discreta intesa sulla costruzione di tiro, scegliendo il penetra e scarica come chiave per scardinare la difesa Cagliaritana, una soluzione che costringe spesso i rosso blu a dei raddoppi che scoprono in maniera evidente il lato debole, puntualmente punito dai tiratori Sassaresi. Impietoso il 92-49 del 30’.
L’ultimo quarto serve solo per delineare il punteggio finale, anche in questo caso impietoso, 120-66 al 40’, con Sassari che si accomoda in finale per sfidare la Reyer Venezia mentre Cagliari raggiunge l’Alma Trieste nella finalina 3° 4° posto.
Nella gara delle 18:00 Venezia batte Trieste 79-48.