Brindisi-Avellino, Sacchetti: “Ottima partita, Samuels ha dato più di quello che mi aspettavo”

Romeo Sacchetti, Enel Brindisi, 2017-03-19

Al termine del posticipo domenicale tra Enel Brindisi e Sidigas Avellino, conclusasi con la vittoria dei padroni di casa che si sono imposti per 94-74, sono queste le dichiarazioni dei due coach in sala stampa:

 

Coach Sacchetti: “C’è poco da dire dopo una partita così, l’aspetto emotivo che chiedevamo su questa partita che è la prima delle 7 mancanti per i playoff è stato sicuramente importante. Abbiamo fatto una bella partita e di atteggiamento, siamo stati bravi a ricacciarli indietro sul loro recupero. C’è stato un bell’approccio fisico da subito e abbiamo tenuto bene in difesa, come dimostra che Avellino ha segnato solo 5 punti nel primo periodo. Sicuramente i ragazzi hanno sentito il trasporto che si è creato in un clima elettrico come questo. Non mi aspettavo i 16 minuti di Samuels a questi livelli, è un giocatore che ha qualità e molto orgoglio, ci ha dato molto di più di quello che ci aspettavamo; io mi aspettavo di trovare un Samardo così dopo 2-3 partite, poi la prima partita in casa dà sempre uno spirito di adrenalina diversa. Devo fare i complimenti ad Amath e Nic, che in difesa hanno fatto un’ottima partita rispetto a quelle precedenti, si vede che quando vogliono fanno tanto”.

 

Coach Sacripanti: “Abbiamo perso una partita giocando male il primo quarto, siamo partiti come sconfitti, senza energia e senza alcun tipo di approccio. Il resto della partita l’abbiam giocata con grande ardore, cercando di cambiare qualsiasi cosa, facendo tutte le cose possibili e immaginabili, e abbiamo anche trovato buone soluzioni in più momenti della gara, come quando siamo riusciti a rientrare sul -7. Sicuramente abbiamo avuto una grande reazione, migliorato le difese, siamo stati più bravi ad attaccare dopo i ribaltamenti tutte le penetrazioni, servendo molto bene Fesenko; il punteggio finale è falso per quello che riguarda il gap, perché lo sforzo è stato incredibile. Onore a Brindisi, è entrato tutto e hanno avuto un approccio molto forte. Purtroppo lo stordimento che la mia squadra ha avuto nel primo quarto è stata la causa della nostra sconfitta. Di buono ci portiamo a casa una grande reazione e voglia di recuperare”.