Roma-Siena: Davide contro Golia

Ci sono sfide in cui cercare le motivazioni è inutile. Ci sono sfide in cui affrontare grandi campioni fa sì che il rendimento vada oltre le proprie potenzialità. Per coach Calvani non sarà difficile caricare i suoi in vista della sfida di domenica (ore 18,15 al PalaTiziano) contro i plurititolati del Montepaschi

Siena. I toscani sono reduci dal trionfo in coppa Italia, la quarta di fila, nella quale hanno battuto in sequenza Sassari, Milano e Cantù. Un nuovo trofeo nella bacheca mensanina: il dodicesimo consecutivo nell’era Pianigiani. Numeri che lasciano poco spazio ad interpretazioni e per Roma si presenta una sfida da Davide contro Golia.

Siena giungerà nella capitale quasi al gran completo: mancherà infatti solo il lituano Kaukenas, ormai assente di lungo corso. Innanzi tutto in cabina di regia agiranno la miglior coppia di play del campionato: l’ex Partizan Bo McCalleb (13.2 punti e 2.9 assist) e il greco Nikos Zisis (6.1 punti e 2.5 assist). Affollatissimo è il settore esterni. Si alterneranno l’esperto Thornton (6.6 punti e 58% da tre) giunto in biancoverde per sostituire Kaukenas, l’altalenante Rakocevic (11.6 punti), l’arma difensiva Carraretto (3.9 punti), l’azzurro Aradori (8.9 punti in appena 18 minuti di utilizzo) e il jolly David Moss (7.7 punti e in gran spolvero alle ultime final8). Il settore lunghi è quello che fa più paura. Centro titolare è l’ex Nba David Andersen (15.8 punti). L’australiano, reduce da due stagioni nella massima lega a stella e strisce con le maglie di Houston, Toronto e New Orleans, ha deciso di far ritorno nel vecchio continente e lo scorso week-end è stato grande protagonista delle Final8 di coppa Italia. In coppia con l’australiano ci sarà il capitano Stonerook (4.2 punti e un vero mastino in difesa) che si alternerà con il lituano Lavrinovic (7.3 punti) recuperato a pieno regime dopo un lungo infortunio. Sotto le plance potranno essere chiamati in causa anche l’ex Caserta Michelori (2.6 punti), Tomas Ress (2.5 punti) e Luca Lechthaler (1.3 punti). Gran dilemma però per coach Pianigiani sarà chi lasciare fuori dalle rotazioni. Infatti col rientro di Lavrinovic saranno sette gli “stranieri” a disposizione e da regolamento ne potranno essere a referto solo sei (4 comunitari e 2 extra). Durante le Final8 a restare fuori sono stati Lavrinovic contro Sassari e Rakocevic contro Milano e Cantù. Per domenica vedremo.

Roma dal canto suo arriverà all’incontro sicuramente molto carica in virtù delle due vittorie consecutive contro Montegranaro e Varese che hanno consentito alla truppa di Calvani di alimentare le seppur flebili speranze play-off: le parole di Datome in settimana (clicca qui per leggere l’intervista) e i 2500 biglietti venduti fino a ieri (clicca qui per saperne di più) ne sono la lampante dimostrazione. La Virtus per domenica dovrà però fare a meno di due uomini non fondamentali ma sicuramente importanti nelle rotazioni. Mancheranno infatti Crosariol per un problema alla caviglia e capitan Tonolli fermo per un problema al polpaccio. Il primo ne avrà presumibilmente per ancora due settimane, mentre per il secondo lo stop non dovrebbe durare ancora a lungo. Per il resto nessun’altro marcherà visita in casa giallorossa. Il vero problema per Roma sarà arginare le scorribande di McCalebb e soprattutto la profondità sotto le plance di Siena che metterà sul piatto l’ecletticità di Andersen e l’imprevedibilità di Lavrinovic.

Difficile dire quale possa essere la chiave del match. Di sicuro Siena sotto i tabelloni potrà sfruttare una maggiore profondità. Il discorso non cambia se si fa riferimento al settore degli esterni: ricambi dalla panchina quasi all’altezza dei titolari e talento strabordante. Inutile cercare di bloccare un singolo giocatore, tante sono le bocche di fuoco a disposizione di Pianigiani. La Virtus per portare a casa il match o comunque giocarsela fino al 40’ dovrà giocare con la massima attenzione ogni singolo possesso e sperare che la Montepaschi arrivi stanca dopo il tour de force di Torino e la trasferta di Bilbao.

Arbitreranno l’incontro i signori Luigi Lamonica, Mauro Pozzana e Evangelista Caiazza.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata