Scafati vuol continuare a sognare, contro Ostuni non si puo’ sbagliare

La Givova Scafati ritorna nel fortino PalaMangano contro la Domotecnica Ostuni per ritornare alla vittoria e conservare il primato in classifica seppur condiviso. A Verona un passo falso inatteso che comunque non ha cancellato quanto di buono fatto sin qui dal team di Griccioli che nel girone di ritorno ha scalato posizioni in graduatoria e nella considerazione degli addetti ai lavori. Nonostante la differenza in classifica quella contro i pugliesi non sarà una gara da sottovalutare, Ostuni è squadra arcigna ed orgogliosa che rispecchia in pieno la spirito del proprio coach. Il Prof. Marcelletti sta facendo un vero e proprio miracolo nella città Bianca riscattando qualche stagione personale non proprio fortunata, i suoi hanno un’ identità di squadra e nonostante ad inizio stagione fossero tra i potenziali candidati al retrocessione ora vedono da vicino la zona play-off. Gli universitari Johnson e Diliegro sono stati ottime intuizioni del coach casertano che ha voluto con se il pretoriano Jurevicus dopo l’esperienza di Verona ed il giovane Klobucar che sta dimostrando di valere ben altri palcoscenici. L’unica deficienza di Ostuni è proprio però il rendimento esterno e Scafati se giocherà come sa potrà portare a casa i due punti che sono fondamentali per continuare ad inseguire il sogno della promozione diretta. Marigney è pronto per fare il proprio dovere ma per ispirarlo ci vorrà nuovamente il miglior Levin, il capitano dopo essere stato praticamente tagliato e riabilitato per il rifiuto di Jaaber aveva aumentato in maniera esponenziale il proprio rendimento ma nelle ultime uscite è tornato sottotono. Contro Ostuni e contro un play frizzante come Johnson è chiamato al riscatto