LegaDue – Il punto sulla 24.a giornata

La 24.a di regular season di questa eurobet LegaDue si apre con lo scontro tra Enel Brindisi e Morpho Basket Piacenza in un venerdì di primaverile accenno climatico. Nel Palasport Elio Pentassuglia il clima non è primaverile, bensì rovente, da estate inoltrata, e il gioco espresso in campo dalle contendenti alla vittoria riscalda maggiormente, nonostante non ve ne fosse bisogno, l’atmosfera all’interno dell’impianto brindisino. Il finale sarà 69-66 per i padroni di casa.

La Bucchi’s band porta a casa unmatch dalle mille emozioni grazie al terzetto Hunter (15+7), Borovnjak (16+7) e Callahan (13+5) che stende al tappeto gli emiliani guidati da Anderson (18+7) e ai quali non bastano le ottime prove di Voskuil (14+5) e Harrison (17+4).

 

In riviera romagnola è andata in scena un vero e proprio spareggio salvezza tra la MarcoPoloShop.it Forlì e l’Aget Service Imola. I forlivesi, dopo la sconfitta nello scontro diretto contro S.Antimo della scorsa settimana, riescono ad imporsi e ad avere ragione di una Imola non vogliosa e affamata di vittoria come ci si aspettava. In un PalaCredito abbastanza gremito i biancorossi esprimono un Huff da 23 realzizati e 5 catturati, seguito dai 13+5 di Freeman e i 10 di Natali. Per gli imolesi ce ne sono 20 di Patricio Prato, 14+6 di Tukka Kotti e i 17+8 di Dupree. Finale: 80-72 per i padroni di casa.

All’MPrime PalaMangano di Scafati la Givova di coach Griccioli riesce a piazzare un altro colpo interno vincendo 71-69 contro la Domotecnica Ostuni di Coach Marcelletti. Con una prodezza sul finire di 3° quarto Marigney condisce un’altra prestazione da fenomeno nella categoria (22+4 e 2 ass), coadiuvato dall’ottimo lavoro di James Thomas (altra doppia doppia 17+10) e l’ex Napoli Niko Radulovic (12+8). Tra le fila dei pugliesi da seganalre i 22 di Klobucar, i 10 di Rossetti e di Jurevicus.

In terra toscana si conferma un carro da guerra il team di Coach Moretti, la Tesi Group Pistoia, in grado di mettere in ginocchio la Trenkwalder Reggio Emilia di Max Menetti per 71-55. I pistoiesi hanno messo in mostra un Dwight Hardy infallibile da 27+5 e 2 assist, seguito dalle doppie doppie di Jack Galanda (19+11) e Bobby Jones (10+10). Per gli emiliani a segno in doppia cifra Taylor (13+6), Chiacig (12+6) e Robinson (11+6).

Al PalAlberti di Barcellona una Fileni BPA Jesi ridotta all’osso esce sconfitta per 87-76 sotto la pioggia di canestri della Sigma Barcellona del neo  head coach Giancarlo Sacco. I padroni di casa vanno a segno per la doppia cifra realizzativa con ben 4 elementi: Green (23+7), Hicks (12+5), Bucci (15+5) e Martin (18+4). Ai marchigiani un Michele Maggioli ancora una volta formato superstar non basta (28+13) e i 18 di Mc Connell e i 13 di Migliori sono solo un’illusione inutile e sa di amaro in bocca, per aver messo in serie difficoltà una Società ed una squadra con ambizioni da salto di categoria.

Al Palasport di Frosinone la Prima Veroli cara a patron Zeppieri, dinanzi al proprio pubblico, sofdera una prova di forza contro la Centrale del Latte Brescia di Sandro dell’Agnello. Altro incrocio tra uomini dal passato glorioso con la storica JuveCaserta e sfida che viene vinta da Nando Gentile e i suoi ragazzi. Tra i giallorossi ne annoveriamo 24 messi a referto da Brkic, 21 e 5 assist di Jarrius Jackson e 15+14 di Gerald Raymond Lee. Per i lombardi bianco-blù sono 4 gli uomini in doppia cifra, la cui prestazione e resa vana da una prstazione difensiva non all’altezza di quanto ssfoderato nella metà campo offensiva: Thompson (16), Rezzano (12), Gherzetti (15) e Gergati (10). La sirena finale recita 83-65 per i ciociari.

Al PalaDozza di Bologna, davanti ad oltre 3.000 spettatori, si consuma il Killer instinct dell’Igea S.Antimo contro i padroni di casa della Conad Bologna. I biancorossi campani sbancano l’arena di Piazzale Azzarita con il punteggio di 76-87 e sul podio dei vincitori ci vanno Troy Bell (24+3), Folarin Campbell (23+12), Alex Cittadini (14+9) e Nestoras Kommatos (11+7) per la Di Carlos’s band. I fortitudini di Coach Markovski nulla possono contro l’impeto santantimese, nonostante la prova eccelsa di Patrick Baldassarre (29+14!), seguito da Brett Blizzard (17+3 e 3 ass), Andrea Pecile (13 e 5 ass) ed Alfrie Kelley (12 e 3 ass).

20/03 BasketItaly.it – Riproduzione riservata