LegaDue – Il punto sulla 22.a giornata

La 22.a di LegaDue si è aperta con la vittoria casalinga della Conad Bologna per 76-72 contro la Centrale de Latte Brescia. I ragazzi di Markovski hanno messo a segno una vittoria difficile e sudata grazie alla buona prova di Kelley (16 e 5 ass), Yango (10+8), Baldassarre (21+15 e 4 ass) a Canavesi (12+6). Per i lombardi ottimi i contributi di Thompson (17+4), Rezzano (16+3 e Ghersetti (18+7) che, però, non hanno permesso al team ospite di espugnare l’impianto emiliano di Piazzale Azzarita.

In terra toscana impresa incredibile della Fileni BPA Jesi di Stefano Cioppi che, dopo un over time, riesce nell’impresa di violare il PalaFermi per 109-115 contro la Tesi Group Pistoia in virtù delle ottime esibizioni balistiche del trio delle meraviglie formato da Maggioli (29+7), Brooks (27+11 e 5 ass), Mc Connell (20 e 7 ass), accompagnati da Ryan Hoover (14) e Franco Migliori (16+5). Per i padroni di casa sei uomini in doppia cifra: Jones (21+19 e 5 ass), Toppo (16+7 e 2 ass), Galanda (12+4 e 3 ass), Hardy (20+5 e 2 ass), Gurini (17+3) e Tavernari (14+2).

Nella bolgia del PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto la Sigma Barcellona del dimissionario Pancotto ha la meglio la Tezenis Verona di Alberto Martelossi che vince 96-98 in un match tirato e sudato sino all’ultima sirena, grazie ad un immenso Antonio Porta (25 e 5 ass), coadiuvato dagli ottimi Waleskowski (18+8), DiGiulioMaria(17+7), Boscagin (13+4 e 2 ass) e West (10 e 3 ass). Ai siciliani, a segno con Lukauskis (21+6 e 3 ass), Hicks (10+4), Bucci (16) e Martin (19+4), non è bastato il buon match del collettivo per portare a casa i due punti.

In Puglia si conferma in forma l’Igea S.Antimo di Gennaro Di Carlo che da tanto filo da torcere alla Enel Brindisi di Piero Bucchi. Il risultato finale è bugiardo e il divario, forse, non rappresenta la reale distanza che i due team hanno mostrato con il gioco in campo. 77-67 per i padroni di casa sarà il conto finale con i quattro uomini in doppia cifra per i padroni di casa: Formenti (10), Hunter (18), Borovnjak (14+7) e Callahan (18+9). Per i campani eccelse le prove di Alessandro Cittadini (25), Folarin Campbell (15+3) e un Troy Bell da 12 punti e non proprio con il solito contributo offensivo, anche se comunque in doppia cifra.

In una giornata ricca di colpi esterni annoveriamo anche la vittoria della Morpho Basket Piacenza nel derby contro la MarcoPoloShop.it Forlì al PalaCredito di Romagna per 75-80. La Corbani’s band inscena una gara d’assalto con Clint Harrison sugli scudi (29 alla fine per lui + 5 catturati e 4 ass), aiutato da Marco Passera (13) e Dwayne Anderson (17+13). Tra i forlivesi in evidenza Freeman (20+5 e 4 ass), Nardi (11 e 8 ass) e Huff (16+10).

In Campania arriva l’ennesimo successo casalingo della Givova Scafati di patron Longobardi contro la Trenkwalder Reggio Emilia di Max Menetti. Nel catino salernitano il fresco di rinnvoo Marigney mette a segno 15 punti e 5 assist, supportato da Niko Radulovic (13+3 e 4 ass) e Juan Marco Casini (17+3 e 2 ass). Tra le fila degli emiliani il solito Donell Taylor (18), a cui hanno fatto da riflesso Slanina (10) e Chiacig (10+8) ma contro l’autorevolezza dei salernitani, dinanzi al pubblico amico, c’è stato ben poco da fare. Finale all’MPrime PalaMangano: 77-61.

Nella giornata di riposo della Aget Service Imola, al Palazzo dello Sport di Frosinone si assiste ad una Prima Veroli vincente contro la Domotecnica Ostuni. In una sfida tra le due panchine casertane di Gentile e Marcelletti, l’ha spuntata l’allievo per 74-62 con le prestazioni di livello di Lee (16+8), Elder (17+3), Jackson (13 e 7 ass), e Brkic (11) contro una Ostuni evidente ripresa in questo girone di ritorno ma con le sole prove positive di Rinaldi (12) e Klobucar (14), non sufficienti ad espugnare un campo che, pur non essendo un fortino della categoria, fa comunque sentire il suo peso sui protagonisti sul parquet.

28/02 BasketItaly.it – Riproduzione riservata