Conad Bologna-S.Antimo: Le dichiarazioni del post-partita

dicarlo_bkiUmori decisamente opposti in conferenza stampa dopo l’incredibile successo dell’Igea Sant’Antimo sul campo della Fortitudo Bologna. Zare Markovski, tecnico della Conad, è deluso ma consapevole che la squadra napoletana ha meritato la vittoria fin dai primi minuto. Coach Gennaro Di Carlo, invece, esaltato dalla prestazione dei suoi giocatori ma cauto nel dire che il vero risultato di questa vittoria si vedrà solo dopo aver vinto anche la prossima interna. Andiamo, però, a vedere nel dettaglio le dichiarazioni dei due tecnici raccolte dal nostro inviato al PalaDozza.

Zare Markovski: “Sant’Antimo ha meritato di vincere la partita essendo stata sempre in vantaggio e giocando con grandissima intensità all’inizio del primo e del terzo quarto. Non siamo riusciti a controllare la loro intensità ma abbiamo tanto da recriminare perché la nostra prestazione non è stata assolutamente delle migliori. Il nostro tentativo di rimonta è stato frutto dell’aver concesso troppo alla squadra napoletana”.

Gennaro Di Carlo: “Siamo contenti, volevamo questa vittoria ed era nostra intenzione a portarci sul 2-0 su Bologna e per fortuna andiamo via con l’obiettivo raggiunto. Adesso, però, dobbiamo voltare pagina perché domenica affronteremo una squadra molto forte e il valore di questa vittoria lo scopriremo solo dopo aver raccolto i due punti contro Reggio-Emilia. Kommatos? E’ un giocatore che sa giocare a pallacanestro e secondo me i giocatori che sono in grado di certe cose devono stare in campo. Troppa frenesia nei minuti finali? Il fatto di essere andati in vantaggio di venti punti è derivato da un break improvviso e quindi non è sempre detto che riesci a gestirlo. Abbiamo sicuramente cambiato il nostro modo di giocare con l’innesto di Kommatos, che è decisamente più offensivo di Bozovic, e non è facile visto che lo abbiamo dovuto fare di continuo nell’arco di stagione e proprio per  questo se dovessimo salvarci, per noi avrebbe il valore di uno scudetto. Infine, tengo a fare i miei complimenti a Baldassarre. Un giocatore che era con me lo scorso anno a Scafati e lo vedo crescere sempre di più”.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata