BiancoBlù Bologna: a giorni nuovi soci

 Si rincorrono da diversi giorni le ufficializzazioni dell’allargamento della compagine societaria della BiancoBlù Bologna. La società bolognese dovrebbe rendere noti a giorni i nomi di chi entrerà a far parte della proprietà della squadra. Giulio Romagnoli, dopo le sonore contestazioni che hanno accolto il suo ingresso come acquirente unico della società lo scorso ottobre, ha quindi definitivamente deciso di affiancarsi ad altri imprenditori.

L’ingresso di nuove fonti di finanziamento è quanto mai necessario:  è ancora fresca la ferita della radiazione dell’ex presidente Gilberto Sacrati, accusato di frode fiscale e attaccato con veemenza dalla tifoseria, soprattutto per il fatto di aver portato la società storica al fallimento.

Le sconcertanti vicende che hanno portato all’ascesa di Giulio Romagnoli al controllo continuano quindi con questo ingresso, sul quale si aspettano chiarimenti definitivi nei prossimi giorni. Le finanze della società devono però rimanere in un regime di assoluto controllo, che prevede anche delle strategie di mercato volte a ottimizzare il costo dei giocatori finiti ormai fuori rosa.

I possessori del miglior codice promozione gioco digitale, hanno ancora qualche giorno per scommettere sul proprio sport preferito: domenica 17 marzo è previsto infatti il ritorno del capitano Andrea Pecile, infortunatosi lo scorso dicembre. Il cestista triestino promette davvero tanto pr il suo esordio in questo 2013 più che mai cruciale per il ritorno di una Fortitudo trainante da tutti i punti di vista. Il suo rientro in campo avverrà in occasione dell’incontro tra i ragazzi di Stefano Salieri incontreranno la Tezenis Scaligera Basket.

Ci sono incertezze sulla compagine sociale che dovrà rafforzare l’assetto della nuova Fortitudo di Romagnoli, come sembra che ce ne siano sull’ ingaggio di Stefano Salieri,  che, parlando in conferenza stampa dell’argomento rinnovo, si è dimostrato decisamente freddo e concentrato soprattutto sul lavoro con il team a tutti i livelli.

In attesa dell’ufficializzazione dei nomi dei nuovi soci e del ritorno di Pecile (la cui presenza secondo alcuni sarebbe stata fondamentale nelle sconfitte di Ferentino e Capo d’Orlando), la tifoseria della Fortitudo continua a esprimere il suo contrasto nei confronti della Gestione Romagnoli. Le affermazioni che il Presidente della Fip Gianni Petrucci ha rilasciato a inizio mese suscitano davvero tanto consenso: nel basket ci vuole un giro di vite, con una Lega propositiva e presidenti aperti a investimenti effettivamente concretizzabili.