A2 Ovest – Nasce la nuova Soundreef Siena: “Il nostro sostegno per riconquistare la ribalta”

tifosi-siena-2016-09-13

Una partnership globale e ambiziosa quella tra Mens Sana Basket 1871 e Soundreef, che intende da una parte promuovere il circuito musicale e di eventi sempre più in espansione curato dalla società di raccolta e gestione dei diritti d’autore, e dall’altra spingere i biancoverdi alla riconquista della ribalta tecnica perduta. L’accordo di sponsorizzazione tra Soundreef e gli 8 volte Campioni d’Italia, firmato dopo mesi di estenuante trattativa, è stato ufficializzato oggi da Davide D’Atri, amministratore delegato di Soundreef, e da Andrea Viviani, presidente di Mens Sana Basket 1871, con una conferenza stampa che si è tenuta nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Siena, alla presenza anche del rettore Francesco Frati e del sindaco di Siena Bruno Valentini. Il logo Soundreef esordirà da domani sulla maglia da gara in occasione dell’ultimo match dell’anno in casa contro Roma, e sulla sopramaglia: d’ora in poi sarà per tutti Soundreef Siena Basket 1871. Dalla prossima stagione il marchio apparirà sulle divise ufficiali di gara e su tutto l’abbigliamento sportivo di tecnici e atleti della prima squadra, sui biglietti di ingresso alle partite casalinghe, sulle tessere di abbonamento e omaggio, nel campo di gioco del PalaEstra di Siena e su tutti i materiali pubblicitari inerenti alle attività cestistiche. La collaborazione tra le due società, che sarà di un anno con opzione (ed impegno) di rinnovo, permetterà dunque, dopo anni di profonde incertezze economiche, di programmare e pianificare tecnicamente e commercialmente in anticipo la nuova stagione (complice anche l’eliminazione dai playoff, la prima dopo 21 anni di partecipazioni consecutive). L’ingresso di Soundreef non porterà benefici solo sul medio e lungo termine: grazie alla sponsorizzazione, potrebbe esserci la concreta possibilità di accollo anche del debito societario accumulato durante l’attuale stagione.

Non solo. L’accordo prevede anche la possibilità di coinvolgere la squadra e gli artisti Soundreef nell’organizzazione di eventi aventi lo scopo di sensibilizzare gli spettatori sui valori dello sport e della musica. Tra gli artisti che hanno affidato a Soundreef la raccolta e gestione dei diritti d’autori nel nostro Paese ci sono Fedez, Gigi d’Alessio, Fabio Rovazzi, Nesli, Maurizio Fabrizio, il direttore d’orchestra Adriano Pennino e Tommaso Pini. Per la prima volta quest’anno sul palco del Festival di Sanremo 4 artisti hanno presentato dei brani, i cui diritti sono curati da Soundreef.

Siamo orgogliosi– ha dichiarato Andrea Viviani, presidente di Mens Sana Basket 1871– di presentare l’accordo con un’azienda di caratura internazionale come Soundreef, che ha scelto di sposare il nostro progetto fino alla prossima stagione. Un sodalizio frutto di una lunga trattativa, accumunata dalla volontà di entrambe le parti di intraprendere un percorso comune che ci auguriamo possa dare reciproche soddisfazioni””Abbiamo scelto di sostenere Mens Sana– ha commentato Davide D’Atri, amministratore delegato di Soundreef – perché è una squadra con un glorioso passato, che con il nostro sostegno speriamo possa riconquistare la ribalta che merita. Crediamo fortemente nei valori dello sport e vorremmo creare un legame più solido con il mondo della musica. Siamo una giovane azienda nata all’estero ma volevamo restituire qualcosa all’Italia: quando ci hanno proposto l’accordo abbiamo accettato volentieri, Siena è un simbolo della bellezza italiana, un brand importante. Speriamo di fare un viaggio duraturo insieme.

Con la Mens Sana Basket 1871– ha detto Francesco Frati, Rettore dell’Università di Sienaesiste un rapporto di collaborazione consolidato nel tempo e la società si è più volte dimostrata interessata a offrire ai nostri studenti agevolazioni per seguire le partite della squadra. Stiamo lavorando per creare nuove opportunità anche per la prossima stagione che si apre sotto i migliori auspici grazie alla collaborazione con il nuovo sponsor“.

 

Basketitaly © Riproduzione riservata