A2 Girone Ovest – Casale erige la muraglia cinese, Tortona vi si schianta contro e perde il derby

                                                                           

bray, casale Aleggia un certo deja-vu tra i tifosi casalesi. E anche tra chiunque mastichi un po’ di pallacanestro e segua minimamente l’A2. La seconda Casale di Marco Ramondino inizia a essere maledettamente simile alla prima e si ritrova dopo cinque giornate in testa alla classifica in compagnia di Agrigento, Scafati e Agropoli. Sbancata Tortona quindi, al termine di una prestazione difensiva ai limiti dell’ultraterreno, capace di concedere solo 9 punti ai Leoni in maglia bianconera nell’ultimo periodo. Decisivo il filotto di tre tiri da 3 punti inanellato da Saunders (i primi due, per l’ala inglese prestazione chirurgica da 13 punti in 16’ e spiccioli di utilizzo) e Bray (numero da circo in ricaduta allo scadere dei 24”) a inizio ultimo quarto, un parziale di 0-9 che spacca una partita fin lì in perfetta parità (54-54 al 30’). L’accelerazione rossoblu non viene più recuperata dai padroni di casa, rimasti attaccati al match con le invenzioni individuali di un ottimo Reati (14) e di Marks (13), mentre l’ultimo a mollare è un eroico capitan Simoncelli (10), a un certo punto impegnato in drammatici uno contro tutti al cospetto del quintetto juniorino. Ramondino la vince in area, dove toglie tutte le sicurezze al sostanzioso reparto della Orsi prima alternando zona e uomo, nei primi due quarti, poi allestendo un meccanismo di aiuti prodigioso fra ultima parte del terzo e l’intero quarto periodo; raddoppi, raddoppi, e poi ancora raddoppi, mandano in tilt Spissu, solo 5 punti e 0 assist, mortificano clamorosamente Brooks, oggi solo 8 punti e condizionato dai falli, e un Garri colpevole di errori inconcepibili (2/9 dal campo, un folle 0/4 da 3). La Novipiù spreca nei primi due quarti diverse possibilità di allungare di slancio con possessi mal gestiti, nonostante un Bray subito caldissimo (suoi 9 dei primi 13 punti monferrini, sarà il miglior marcatore con 22), e riesce comunque a condurre di 3 al riposo lungo (33-36).

Alla ripresa del gioco la fiammata della Junior a +7 (33-40) viene bilanciata dall’unico momento di vera superiorità di Tortona, che riesce finalmente a entrare in area e a guadagnarsi diversi viaggi in lunetta: il parziale di 18-6 che porta i ragazzi di Cavina sul +5 (51-46) sembra orientare un match fin lì giocato sul filo dell’equilibrio. Solo che a quel punto Ramondino, anche a causa dei tre falli di Martinoni, gioca la carta dei tre piccoli (Tomassini, Bray, Blizzard) e la cerniera difensiva diventa un mastice inesorabile. Fall è inarrestabile su entrambi i lati del campo, e se in attacco alterna alley-oop mirabolanti ad appoggi storti – compensati da un gran sbattimento a rimbalzo – in difesa spadroneggia. In coppia con Martinoni (14+4 rimbalzi) o in autonomia il centro italo-senegalese fa scempio fisicamente dei pari ruolo avversari e chiude con una doppia doppia da 11+14 rimbalzi. Dopo l’allungo, Casale mantiene il controllo senza tremare, neanche quando Tortona risale al -4 (63-67) a 2’21” dal termine. Quando le mani sudano freddo, basta andare dallo pensatore Blizzard, il risolvi-problema per eccellenza, che dalla lunetta frena gli ardori altrui e dà l’ultimo colpo per disarcionare Tortona e consegnare a Casale una fragorosa vittoria esterna.

Orsi Tortona – Novipiù Casale 63-72 (16-19; 33-36; 54-54)

Tortona: Spissu 5, Reati 14, Marks 13, Garri 6, Brooks 8, Tavet, Maghet, Riva, Antonietti, Bianchi, Simoncelli 10, Ammannato 7.

Casale: Bray 22, Tomassini 2, Natali, Martinoni 14, Fall 11, Saunders 13, De Nicolao, Blizzard 8, Vangelov 2, Ruiu, Valentini.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

                                                                          

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *