Home Serie A Vitucci nel post partita di Venezia-Avellino: “Buona reazione, ma non sufficiente.”

Vitucci nel post partita di Venezia-Avellino: “Buona reazione, ma non sufficiente.”

0

Vitucci Avellino

E’ stato salutato dai suoi ex tifosi, si è abbracciato con “il Paron” Tonino Zorzi, presente alla partita. Ma per coach Frank Vitucci il suo ritorno a Venezia è stato amaro con la sua Sidigas Avellino uscita sconfitta dal PalaTaliercio per 79-71.
 
Queste le sue parole in conferenza stampa nel post partita.: “ E’ chiaro che vincere dovevamo fare sicuramente qualcosa in più, anche se abbiamo avuto una buonissima reazione rispetto la nostra ultima partita anche se non sufficiente. Peric ha fatto una grande partita e ci ha messo in grande difficoltà, il match-up contro di lui ha fatto la differenza. Abbiamo avuto un brutto inizio di terzo quarto, ci siamo messi sempre a rincorrere reagendo ad un paio di strappi che potevano rompere la partita definitivamente. Abbiamo reagito in difesa ma a quel punto in attacco dovevamo essere più brillanti, abbiamo sbagliato ben 5 appoggi sotto-canestro nel secondo tempo, avevamo contro una squadra scaltra ed esperta come Venezia, che d’altra parte ne ha approfittato molto bene, non è una cosa che ci si può permettere. Riassumendo posso dire che è andata un po’ meglio ma non abbastanza perché per vincere queste partite di livello dobbiamo fare uno sforzo in più, sia in fase difensiva che in quella di finalizzazione. Abbiamo tirato più di loro ma con percentuali più scadenti, come nel secondo tempo, dove loro hanno tirato 5/8 da tre contro il nostro 3/11. Questi sono punti che pesano come un macigno, ma adesso dobbiamo lavorare sodo per prepararci al meglio per la partita contro Cantù, per noi chiaramente partita molto importante.” 
 
4 sconfitte consecutive, obbligo per Vitucci e i suoi ragazzi uscire al più presto da questo periodo negativo: “Tutte perse una diversa dall’altra: abbiamo sciupato contro Brindisi un vantaggio di 9 punti a 2 minuti dalla fine, mentre con Cremona e Varese abbiamo avuto un declino su due partite una più brutta dell’altra. Oggi eravamo chiamati a giocare una partita “seria”, abbiamo fatto meglio ed è quindi arrivato un segnale incoraggiante, ma non è sufficiente se si voleva venire a Venezia per vincere, bisognava fare qualcosina in più. La squadra non deve perdersi d’animo, deve reagire e mettere quella cattiveria mentale che serve per portare a casa il risultato che per noi domenica contro Cantù sarà fondamentale.”
 
BasketItaly.it – Riproduzione Riservata