Home Serie A Virtus Roma: si aspetta una settimana per decidere?
Virtus Roma: si aspetta una settimana per decidere?

Virtus Roma: si aspetta una settimana per decidere?

0

Se il futuro della Vanoli Basket Cremona rimane in alto mare, nella Capitale in casa Virtus si naviga senza vista sulla terra, ma con “un certo ottimismo”, come scritto su Il Corriere dello Sport nell’edizione odierna. Anche se, bisogna ricordare che la stessa società romana sul proprio sito non emette comunicati dallo scorso 29 Giugno quando nel rispondere allo stesso quotidiano sportivo, si precisò che “La proprietà continua a lavorare per cercare di dare un futuro alla Società, in un momento delicato per lo sport e per il paese tutto.”

Quindi, per sciogliere la riserva sulla partecipazione al campionato LBA Legabasket Serie A 2020/21 della Virtus Roma, si “dovrebbe” (usiamo il condizionale…) andare a settimana prossima. Con le trattative sempre in corso tra il patron Claudio Toti e la cordata con intermediario abruzzese che vorrebbe investire nella Capitale su un centro sportivo con una nuova “casa Virtus”, come riportato da SuperBasket Daily.

E’ anche necessario trovare una quadra sugli aspetti economici del passaggio di proprietà (l’attuale patron manterrebbe comunque una quota minoritaria) e va ricordato che entro il 31 luglio bisogna formalizzare la richiesta di iscrizione, anche se più presumibile la seconda metà della prossima settimana come termine ultimo, data la luce delle tempistiche imminenti degli adempimenti da sbrigare per l’iscrizione alla LBA.

Palazzo dello Sport di Roma

E se si vuole proseguire l’attività con nuove forze a rimpiazzare o affiancare Claudio Toti per dare fiducia all’ambiente, può anche esserci la possibilità di due potenziali acquirenti laziali. E non è detto che non possa essere questa l’offerta migliore per Toti, “con ampie disponibilità economiche” disposti anche a versare “le garanzie immediate necessarie per l’iscrizione al campionato”, come scritto da La Prealpina.

Alla luce di ciò, va detto, infine, che la Reale Mutua Basket Torino è spettatrice interessata e attende l’esito: se la cessione della Virtus Roma si realizza, sarà serie A, se si ritira la LBA prenderà con tutta probabilità la strada del campionato a 14.