fbpx

[VIDEO]-Trent’anni fa Roma campione d’Italia

19 aprile 1983: la sirena del PalaEur scandisce la storia della Virtus e fa entrare il basket nel cuore della gente romana. Il Banco Roma diventa per la prima volta Campione d’Italia al termine di una cavalcata unica, conclusa con la vittoria della gara3 della finale scudetto contro la Billy Milano per 97-83.

Un traguardo incredibile, che apre la strada al ciclo vincente che porterà la Roma della palla a spicchi prima ai vertici del basket europeo e poi sul tetto del mondo.

Sotto la presidenza di Eliseo Timò, il gm Giuliano Mecozzi affida il “Banco” alla guida di coach Valerio Bianchini, il “vate” della pallacanestro italiana. E’ la Virtus dell’indimenticato “Folletto Nero” Larry Wright, dello sfortunato Kim Huges e  di Clarence Kea, una squadra che rimarrà negli annali non solo per i trofei ma anche per la presenza di un’ossatura tutta romana formata da Enrico Giraldi, Stefano Sbarra, Fulvio Polesello e Roberto Castellano, motori della squadra protagonista di una cavalcata spalla a spalla fino all’ultimo secondo con la Billy Milano di Dan Peterson.

Un po’ di storia. La pluridecorata Olimpia è la vera antagonista del Banco: i biancorossi sono in testa alla classifica prima dell’ultima giornata, ma perdono contro Livorno e lasciano spazio all’aggancio del Banco che, vittorioso contro Torino, conclude la stagione regolare a quota 44 punti, appaiato ai meneghini, arrivando però al primo posto in virtù della differenza canestri favorevole. Nei playoff la Virtus si libera di Gorizia con un netto 2-0 nei quarti, mentre in semifinale ribalta la serie che vede Cantù vittoriosa in gara1. La finale regala ancora la Billy Milano e lo spettacolo offerto dalle due maggiori forze del campionato è memorabile: vittoria 88-82 in gara1 a Roma trascinata dal solito Wright e dal “core de Roma” Gilardi, sconfitta 86-73 a Milano tra le polemiche e finalissima 97-83 nell’abbraccio di un PalaEur gremito oltre la capienza consentita. Giusto tributo per una squadra che ha fatto innamorare i tifosi e ancora oggi fa emozionare al solo ricordo.

A trent’anni dalla conquista dell’alloro tricolore l’Acea Virtus Roma vuole ricordare e ringraziare quei protagonisti per le intense emozioni regalate alla città e per il raggiungimento di un traguardo indimenticabile per questo club. Forza Banco!

Il video della finale (clicca qui)

428 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *