Venezia, piacciono Easley e Giachetti

Dopo l’arrivo di Luca Vitali in terra veneta, la Reyer è intenzionata a chiudere un paio di trattative in questa settimana per regalare ai propri tifosi i nuovi beniamini da sostenere nella prossima stagione. I nomi più caldi sono il centro ex Sassari Tony Easley e il play ex Milano Jacopo Giachetti.

 

Il progetto di coach Andrea Mazzon è quindi destinato a prendere forma nei prossimi giorni, dopo un’attenta analisi svolta nelle stanze lagunari. La conferma di un giocatore importante come Guido Rosselli ha permesso di strutturare la prima ossatura del roster che verrà, seguita dall’acquisto del play italiano Luca Vitali autore di una grande stagione in quel di Cremona.

Un nome che in queste ore è salito alla ribalta è quello di Tony Easley. Il centro che ha militato nella Dinamo Sassari per due stagioni, sembra in procinto di calcare il parquet veneziano per rafforzare in termini di kg, muscoli e fisicità la squadra sotto le plance. Arrivato nel 2011-12 a stagione in corsa in Sardegna, dopo essersi messo in mostra in Legadue a Forlì nella prima parte di campionato, e rimasto fino al termine dell’avventura sarda nei playoff, il centro americano ha timbrato 11.3 punti di media a partita con il 65.9% da 2 punti catturando 6.1 rimbalzi sotto canestro.

Si attendo novità a breve, anche sul fronte che porterebbe a Venezia Jacopo Giachetti. Il play 29enne italiano dopo essere stato accostato infruttuosamente a Brindisi e Sassari, è finito prepotentemente sul taccuino dei dirigenti lagunari intenzionati a portarlo alla corte di coach Mazzon. Dopo l’ultima stagione trascorsa a scaldare la panchina in quel di Milano (93 minuti per lui in totale), Giachetti vorrebbe tornare ad essere protagonista sul campo, togliendosi un pò di ruggine accumulata nell’esperienza milanese.

Per entrambi i giocatori le prossime ore saranno probabilmente calde e ricche di novità, con i supporters veneziani pronti a riaccendere l’entusiasmo nel caso andassero in porto le trattative.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *