Venezia chiude la regular season sconfiggendo Brescia 86-70 e ai playoff ri-trova Trento

Nell’ultima partita di regular season l’Umana Reyer Venezia supera al PalaTaliercio per 86-70 la Germani Leonessa Brescia. Era una partita che a livello di risultati non avrebbe cambiato nulla (Venezia era già matematicamente terza, Brescia fuori dai playoff), ma la Reyer ha chiuso la stagione regolare con un ottimo secondo tempo complice una Leonessa arrendevole nella ripresa che ha mollato all’intensità superiore della Reyer.
Per la Germani, 12mo posto finale, si chiude una stagione lontana dalle aspettative.
In casa Umana Reyer una vittoria trovando benefici dai suoi giocatori che erano lontani dalla miglior condizione, tipo Haynes e Vidmar, ma nel match si è messo in luce soprattutto Austin Daye e il solito Mitchell Watt con una doppia-doppia da 15 e 10 rimbalzi.
Ai playoff per il terzo anno consecutivo l’Umana Reyer Venezia troverà la Dolomiti Energia Aquila Trento.

CRONACA_ Inizio della Reyer firmato Haynes e Mazzola per il 13-6 veneziano dopo 5′, time-out Diana. Nonostante il solito positivo Watt con Venezia che tocca il +9, si rifa sotto Brescia grazie alla regia di Vitali e una migliore difesa sulla zona, 17-14 dopo 8′, time-out De Raffaele. Haynes sembra in serata e piazza la sua 3a tripla personale, Daye riporta 9 lunghezze di vantaggio per Venezia, Zerini segna la tripla, Vidmar fa ½ ai liberi prima di sbagliare da sotto al suono della sirena di fine quarto, 24-17 dopo 10′. Vidmar segna sgomitando facendosi valere, ma è Brescia a piazzare un break importante per il primo vantaggio ospite con Cunningham sul 29-30 al 15′. Bramos segna cinque punti filati per il sorpasso Reyer, ma Cunningham continua il suo buon momento, 35-37 al 18′, time-out De Raffaele. Abass porta il +5 per i viaggianti, i canestri finali del tempo sono di Daye che chiude i primi 20′ sul 39-40 a favore della Leonessa.
Si ritorna in campo e Austin Daye si prende la scena con un assist no-look per Bramos, Venezia va sul +5 al 24′ per il 50-45, time-out Diana. Austin Daye continua il suo show aiutato da Watt, Brescia incappa in brutti tiri e forzati, 62-47 al 27′, time-out di un arrabbiato Andrea Diana. Abass e Moss danno il -10, ma Venezia risponde con Watt e De Nicolao, mentre fa il suo esordio in A1 Davide Casarin, è 69-53 dopo 30′. Ultimo quarto e Venezia non molla l’inerzia, Vidmar è il protagonista dell’ultima frazione, Daye lo segue con la Germani che molla praticamente andando sotto di 20 sul 80-60 a 4’02” dalla fine. La partita è assoluto garbage time e nel finale Matteo Caroli, Davide Casarin e Giacomo Veronesi segnano i primi canestri in Serie A1. Finisce 86-70.

MVP BasketItaly.it:. Austin Daye.

Umana Reyer Venezia – Germani Leonessa Brescia 86-70 (24-17; 39-40; 69-53)

Venezia: Haynes 13, Stone, Bramos 7, Daye 25, De Nicolao 3, Vidmar 14, Casarin 2, Biligha ne, Giuri ne, Mazzola 5, Cerella 2, Watt 15. Coach: Walter De Raffaele.

Brescia: Hamilton 4, Abass 10, Veronesi 4, Vitali 3, Laquintana 4, Cunningham 14, Caroli 2, Beverly 4, Zerini 9, Moss 11, Sacchetti 5. Coach: Andrea Diana.

Arbitri: Manuel Mazzoni, Alessandro Perciavalle e Marco Vita.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata