Venezia- Biella: viatico tra play-off e salvezza

Per la nona giornata del girone di ritorno al PalaTaliercio di Mestre si affronteranno l’Umana Reyer Venezia e l’Angelico Biella. Partita cruciale e importantissima per le due squadre che si trovano a un bivio nella stagione in corso. Biella, dopo la sconfitta in casa con Avellino, è sempre ultima e con la salvezza che si fa sempre più complicata dopo i risultati del turno precedente: per l’Angelico la corsa è da fare sulla sola Pesaro, ma i marchigiani oltre i due punti di vantaggio in classifica hanno anche il doppio confronto a loro favore. Venezia, invece, dopo tre sconfitte consecutive, è sempre ottava con 22 punti con due punti sopra Brindisi e il vantaggio del doppio scontro diretto ma, oltre che che dalla compagine pugliese, deve difendere l’ultima posizione per entrare nei playoff anche da Caserta, a pari merito con l’Enel a quota 20.

 

 In questa partita ritorno da ex per la guardia greca Dimitrios Tsaldaris; il giocatore, in forza all’Angelico Biella, arrivò alla Reyer alla fine dello scorso aprile come “insurance guy” verso i playoff, ma non giocò nemmeno un minuto. Oltretutto ritroverà Kee Kee Clark e  Andrea Mazzon, rispettivamente compagno e allenatore all’Aris Salonicco dove militò dal 2006 al 2009. Altro ex della partita è il reyerino Guido Rosselli, che giocò nella sua prima stagione in LegaUno a Biella nella stagione 2007-2008.

 Nella partita di andata, nella sua 500.ma partita in serie A, la squadra piemontese vinse al Lauretana Biella Forum per 68-59 (17-19;33-33;44-40).

 Qui Biella: In casa rosso-blu sempre indisponibile il capitano Matteo Soragna, sempre alle prese con lo stiramento di secondo grado al gemello mediale della gamba sinistra, occorso nella trasferta di Varese del 10 marzo. Lo stesso Tsaldaris non è in perfette condizioni fisiche. In squadra, la voglia della squadra di cercare di evitare la retrocessione sul campo ha il volto, il nome ed il cognome di Kevinn Pinkney, una delle poche note positive in casa rosso-blu. Il centro californiano, arrivato a gennaio, aveva già militato in maglia biellese nella stagione 2007/08. Da quando è tornato, è sempre andato in doppia cifra nelle 7 partite giocate, con il massimo di 30 punti nella partita contro Avellino e sempre . Oltre a Pikney, i neo arrivati non presenti nella partita di andata sono la guardia ex Caja Laboral Taylor Rochestle, ottimo nella spinta offensiva che viaggia a 13,6 punti di media a gara, l’ex Tsaldaris, che nelle ultime due gare ha mancato molto il feeling col canestro e Trey Johnson, arrivato a novembre. Completa il quintetto il  quasi trentaseiennne Goran Jurak, che fa sentire sempre la sua presenza sotto i tabelloni.Dalla panchina spazio ai giovani Tommaso Raspino, cambio in corsa di Johnson, e Julian Mavunga, cambio sotto le plance.

 

Per la squadra di coach Massimo Cancellieri quella di Venezia potrebbe essere da ultima spiaggia in una stagione tutt’altro che positiva, oltre che sul campo, anche nel fronte societario.Infatti l’attività ventennale di Pallacanestro Biella rischia di sparire al termine della stagione, con assenza di risposte positive da parte di interlocutori pubblici e privati che consentano sia di chiudere con serenità la stagione in corso sia di pensare ad un futuro dignitoso, e l’eventualità del non rinnovo da parte della società nella gestione del Lauretana Forum.Per questo motivo, un gruppo di tifosi della squadra ha ideato  l’iniziativa #iocisono, dando un concreto sostegno al progetto della società Pallacanestro Biella. E Domenica, la squadra tenterà di fare il bis con la partita di andata e di avvicinare più possibile la salvezza, almeno sul campo.

 

Qui Venezia: In laguna, pronto al rientro in campo Yakhouba Diawara, che in settimana è tornato a lavorare parzialmente con la squadra dopo lo stiramento all’adduttore sinistro rimediato nell’incontro contro Milano. Quando c’è stata la sua assenza, Venezia ha perso: sabato contro Roma e proprio nella partita di andata contro Biella causa fascite plantare, dove insieme a lui mancava anche Clark. Khuba è il maggior terminale offensivo della squadra e la sua assenza, per tre quarti di partita contro Milano e l’intero match di Roma, ha pesato molto nell’economia del match. Quindi organico al completo, se si eccettua l’assenza ormai nota di Tommaso Fantoni, sempre sulla via del recupero. Per il team di coach Andrea Mazzon l’incontro contro Biella è, insieme a quello successivo contro Cremona, fondamentale nella caccia ai playoff e assolutamente da vincere; la squadra per credere nei play-off, deve riprendere il trend di un mese fa.In ottima condizione nella squadra oro-granata c’è sicuramente l’ala ex Veroli Guido Rosselli, ala poliedrica, che nelle ultime due uscite ha lasciato il segno con la tripla segnata allo scadere che ha portato al supplementare contro Milano e la tripla doppia sfiorata nella trasferta di Roma (8 punti, 9 rimbalzi, 9 assist). Sempre sotto osservazione c’è il play Keydren Clark, 22 punti a Roma ma molto discontinuo nelle prove offerte. Insieme a lui, il consueto quintetto di Mazzon dovrebbe proporre Alvin Young, il rientrante Diawara, Szewczyk e Magro. Dalla panchina partono, oltre agli esperti Bulleri e Marconato e la guardia americana Bowers e Rosselli, anche Hubalek e Zoroski, molto criticati da parte dei tifosi; il primo non riesce a dare il giusto contributo e viene ritenuto indisponente, basti pensare al tecnico preso nella partita di Roma, il secondo perchè, anche causa di molti infortuni che l’hanno condizionato, non è mai riuscito a guidare la squadra da play. Ma se la Reyer  vuole ambire ai play-off, dovrà contare anche su di loro per fare strada. 

 

Palla a due alle ore 18:15 di Domenica 24 Marzo. Arbitreranno l’incontro, i signori Luigi Lamonica, Gianluca Sardella e Mauro Pozzana.

 La partita sarà trasmessa in diretta da Rete7 e TeleBiella .

 Oltre alla pallacanestro, al PalaTaliercio Domenica spazio anche alla solidarietà. Come tutti i palasport di LegaUno, il palazzetto si vestirà di blu. Infatti la società oro-granata, in collaborazione con l’assessorato allo Sport e Servizio di Programmazione Sanitaria del Comune di Venezia, sosterrà la Lega Italiana fibrosi Cistica Onlus (LIFC), aderendo alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi  “Basket for Fibrosi Cistica”.

 Prima della partita, e in tutte le manifestazioni sportive che si terranno in Italia nel fine settimana, sarà osservato un minuto di silenzio in memoria di Pietro Mennea, scomparso il 21 Marzo.

 

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *