fbpx

Varese passeggia a Pesaro e aggancia il secondo posto

XIII giornata di Legabasket SerieA che si chiude col posticipo tra la VL Pesaro e l’Openjobmetis Varese. Gli ospiti cercando due punti che li porterebbero al secondo posto appaiati a Venezia, Cremona e Avellino. I padroni di casa cercano invece di riscattare il -41 subito a Sassari nell’ultimo turno; i due punti in palio stasera permetterebbero ai. Marchigiani di staccare Torino, Cantù e Reggio Emilia al penultimo posto e agganciare Brescia a quota 10 punti. Assente l’ex di turno Pablo Bertone, a cui coach Caja ha preferito Salumu.

Alla palla a due Pesaro si presenta con McCree, Artis, Blackmon, Monaldi e Mockevicius. Varese risponde con Moore, Avramovic, Scrubb, Archie e Cain. Interessante la sfida tra i due centri che occupano le prime due posizioni della classifica dei rimbalzi catturati. Il primo quarto si apre con gli ospiti che si portano in vantaggio grazie all’aggressività difensiva e al dominio a rimbalzo d’attacco. Pesaro si riporta a contatto grazie a frequenti viaggi in lunetta. La prima frazione si chiude sul 22-25.

In avvio di seconda frazione Varese trova buoni spunti dal neoacquisto Salumu, mentre pesaro si affida alle giocate di Mccree. Varese firma un mini-parziale di 5-0 grazie ai suoi marchi di fabbrica:l’alto-basso tra Cain e Archie e la palla dentro in transizione, costringendo Massimo Galli al timeout. La partita prosegue senza sussulti fino all’ultima azione in cui gli ospiti con un’ottima azione di squadra e un po’ di fortuna liberano Cain per l’inchiodata sulla sirena. Punteggio alla pausa lunga fissato sul 42-49.

Varese molto aggressiva al rientro in campo, mentre Pesaro pare rimasta ancora negli spogliatoi.Il time-out chiamato da Galli non rompe il ritmo degli ospiti che continuano a macinare gioco firmando un parziale di 0-10 interrotto dal canestro di Blackmon. Pesaro fatica a costruire gioco, come evidenziato dal computo degli assist di 2-14. Sul -19 al 25’ iniziano anche a farsi sentire i fischi della Vitifrigo Arena. Varese gestisce in scioltezza il margine fino alla penultima sirena, chiudendo il quarto con un buzzer-beater dalla lunga distanza di Avramovic, per un tondo +20. Punteggio 57-77.

Clima surreale a Pesaro, con il pubblico uscito dall’incontro assieme alla squadra di casa. Sul fronte ospite buone giocate di Iannuzzi, alla sua prima doppia cifra stagionale. Brutta prestazione di Pesaro, che non riscatta la figuraccia di Sassari e concede ben 98 punti al secondo peggior attacco della SerieA. Per Varese invece ottimi segnali da Iannuzzi e Salumu.

MVP BasketItaly.it – Alexa Avramovic. Ennesima prestazione maiuscola del serbo di Varse, che mettew a refeto 23 punti frutto di 5/12 du due, 3/3 da tre e 4/4 ai liberi, conditi da 7 rimbalzi e 3 assist, che gli valgono 25 di valutazione.

Pesaro: Blackmon 11, McCree 22, Artis 13, Murray 11, Conti n.e., Giunta n.e., Ancellotti 4, Monaldi 10, Shashkov, Zanotti, Mockevicius 7, Alessandrini n.e..

Openjobmetis Varese: Archie 11, Avramovic 23, Gatto, Salumu 12, Iannuzzi 12, Natali 2, Scrubb 14, Verri, Tambone, Cain 8, Ferrero n.e., Moore 16.