Varese esulta con Venezia, chiude il discorso salvezza e apre un piccolo spiraglio sui Playoff

rihard kuksiks, varese

La OpenjobMetis Varese si aggiudica uno scontro combattuto con l’Umana Reyer Venezia, bravi i ragazzi di Moretti sia a contenere l’attacco avversario (tenuto sotto i 70 punti) che ad attaccare alternando il tiro da fuori di Kuksiks (20), le percussioni di Wayns (13) e il gioco in post di Davies (21), il tutto coordinato dall’ottima regia di Wright (7 assist).

Alla Reyer manca la forza di rispondere al parziale biancorosso, solo Green (18) ed Ejim (16) sembrano voler riaprire la partita nei minuti finali, senza però riuscirci. Per i ragazzi di Moretti sono due punti che permettono da un lato di mettere la parola fine al discorso salvezza e dall’altro di tenere aperto uno spiraglio per il sogno Playoff. Venezia invece è alla seconda sconfitta di fila e dovrà ritovare la vittoria con Pistoia se vuole avere una buona posizione nella griglia finale.

Cronaca
Grande velocità in avvio di gara, le squadre vanno al tiro dopo pochi secondi, e Varese è brava a portarsi avanti (12-6) grazie a tre tiri piazzati di fila di Davies. Dopo qualche minuto le due squadre abbassano il ritmo, Venezia propone a tratti la zona 3-2, ma viene punita da Cavaliero e compagni, che chiudono avanti 21-16 il primo quarto. Venezia però inizia a far girare meglio la palla con Green in regia e ricuce subito il distacco, dall’altra parte del campo la risposta arriva da Wright, ottimo nel dettare i tempi ai compagni (5 assist all’intervallo). Le squadre vanno dunque negli spogliatoi sul 36-31 dopo un equilibrato secondo parziale di 15 pari in cui entrambe hanno tirato con il 38% dal campo. Nella ripresa il punteggio resta invariato per più di tre minuti fino al botta e risposta dalla lunga distanza tra Viggiano, Kuksiks, ancora Kuksiks e Jackson. È dopo il time out di De Raffaele che Venezia trova nuove risorse: recupera con Bramos e passa in vantaggio con Green costringendo a sua volta Moretti al minuto di sospensione. I padroni di casa reagiscono immediatamente con le accelerazioni di Wayns e si affacciano all’ultimo quarto avanti 55-49 grazie alle due triple consecutive di Kuksiks. Il lituano è caldissimo e con l’ennesima tripla porta i suoi al primo vantaggio in doppia cifra (61-51), a questo punto l’intensità in campo sale notevolmente, le difese alzano la pressione, Venezia risponde colpo su colpo ai tentativi varesini di aumentare il distacco e 2 minuti dalla fine sono 11 i punti che separano le due squadre (72-61). Varese però vuole assolutamente conquistare la vittoria e resiste agli ultimi attacchi dell’ex Green (18 per lui), permettendo a Moretti di saltare con i tifosi per festeggiare il 79-68 finale.

MVP BasketItaly: Rihard Kuksiks, nei momenti cruciali del match è letale con la sua precisissma mano, prima risponde a Bramos e Jackson per poi segnare il parziale decisivo sempre con il suo marchio di fabbrica: il tiro da tre. Chiude con 20 punti, frutto del 6/7 dalla lunga distanza e un canestro da due.

Tabellino

OpenjobMetis Varese – Umana Reyer Venezia 79-68 (21-16, 15-15, 19-18, 24-19 – 21-16, 36-31, 55-49, 79-68)
OpenjobMetis Varese: Davies 21, Wayns 13, De Vita ne, Varanauskas 0, Testa ne, Cavaliero 5, Wright 6, Campani 5, Kangur 7, Ferrero 2, Pietrini ne, Kuksiks 20. All. Moretti
Umana Reyer Venezia: Ejim 16, Goss 3, Bramos 3, Tonut 0, Jackson 13, Visconti ne, Green 18, Ruzzier ne, Owens 0, Ress 0, Ortner 5, Viggiano 10. All. De Raffaele

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *