Home Serie A Varese corsara a Bologna. La squadra di Bulleri espugna l’Unipol Arena.
Varese corsara a Bologna. La squadra di Bulleri espugna l’Unipol Arena.

Varese corsara a Bologna. La squadra di Bulleri espugna l’Unipol Arena.

0

Va in scena il secondo appuntamento per Varese e per la Fortitudo, Varese orfana di Ferrero e Cavazzava causa COVID-19, Fortitudo orfana di Adrian Banks. Fortitudo che ha voglia di rivalsa dopo il buco nell’acqua con Roma e Varese che vuole proseguire la vittoria ottenuta con la Germani Brescia.
Quintetti. Varese: Ruzzier, Douglas, Strautins, Andersson, Scola.
Fortitudo: Fantinelli, Fletcher, Aradori, Whiters, Happ

Parziali: 22-29, 49-45, 67-62, 83-88
1 Qt
Il primo possesso è per la Fortitudo, che apre le danze con un 2 su 2 dai liberi di Happ, si rispondono Scola e Whiters con due triple da ambo le parti. Scola poi riprende con un cucchiaio delizioso che pareggia per la prima volta la sfida. Aradori gli risponde per le rime con giochi da 2 punti. Varese ha la mano caldissima da tre con le triple di Andersson, Scola e Jakovics che sta facendo del tiro da 3 punti il suo marchio. Il primo quarto è largamente gestito dalla Openjobmetis tanto da finire 22-29.

2 Qt
Il secondo quarto si apre con una tripla dall’arco di Mancinelli che sigla tra l’altro anche i suoi primi punti in campionato, Varese risponde dopo 3 palle perse con una bomba di Douglas dall’arco. Neanche in tempo a dirlo che arriva subito una tripla del solito Pietro Aradori, rispedita dall’ottava tripla di Varese con il solito Luisito Scola.
La Fortitudo approfitta del momento favorevole con penetrazioni di Happ però stoppato da Scola e Aradori che firma un 2 +1, al minuto 4’14” siamo 36-37 per la squadra di Massimo Bulleri. La Fortitudo tocca anche il vantaggio con Fletcher, Varese risponde col sottomano di De Vico. La Fortitudo dimostra tanta fame di vittoria ciò viene dimostrato anche da tanti rimbalzi offensivi messi a referto (12 contro i 2 di Varese). Il secondo quarto finisce 45-49.

3 Qt
Il terzo quarto si apre con un 2 +1 di Denzel Andersson su fallo di Mancinelli e con una tripla di Douglas, la sua seconda. Ethan Happ schiaccia successivamente il – 1 Fortitudo che diventa poi +1 sempre grazie a Happ su fallo di Strautins. Withers scaglia una nuova bomba dall’arco che riporta nuovamente avanti la Fortitudo. Varese risponde con De Vico e fa il nuovo – 1 Varese, al minuto 4’02” è 58-57 Fortitudo.
La Fortitudo prende il largo toccando il massimo vantaggio di +7 dopo un sottomano di Totè e una tripla di Whiters. Douglas prova ricucire lo strappo con una tripla dall’arco che porca Varese sotto di 5 lunghezze. Il terzo quarti finisce 67-62.

4 Qt
L’ultimo quarto si apre con con un tap-in incredibile di Antonhy Morse che porta Varese sotto di solo una lunghezza.
Giovanni De Nicolao apre il fuoco da tre punti portando l’Openjobmetis sotto di sole due lunghezze, Fantinelli rimanda subito Varese indietro con una super tripla.
Toney Douglas sale in cattedra mettendo due triple di fila portando Varese sotto di una sola lunghezza.
Al minuto 3’50” arriva il vantaggio di Varese con una penetrazione di Strautins sul punteggio di 76-78. La Fortitudo sembra alle corde dopo due triple sontuose di De Vico sul punteggio di 78-85. Arturs Strautins sancisce la vittoria di Varese con un 2 su 2 dall’arco. Varese vince 83-88.

Tabellino: Douglas 20, Scola 13, Strautins 14. Fletcher 17, Withers 17, Aradori 16
MVP: Toney Douglas